menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vendono l'Audi e poi spariscono: truffa nel Veneziano, denunciati due vicentini

I fratelli D.D. e A.D. sono finiti nei guai dopo essersi intascati un anticipo di mille euro da un residente di Cavallino-Treporti. I carabinieri sono riusciti a identificare i truffatori

Hanno venduto, per l'ennesima volta, un'auto inesistente, ma sono stati incastrati dai loro precedenti penali. A finire nei guai due fratelli vicentini, A.D. e D. D, classe '94 e '88, che sono stati denunciati per truffa in concorso. Una coppia a suo modo "diabolica", visto che solo per poco il loro piano non era andato in porto.

I carabinieri di Ca' Savio, nel Veneziano, hanno infatti iniziato ad indagare il 13 giugno scorso su una truffa perpetrata ai danni di un cittadino di Cavallino-Treporti. E' stato lui a denunciare di essere stato raggirato: la sua attenzione a suo tempo era stata attirata da un'Audi A4 su un portale di copravendite tra privati. Contattati i fratelli e fissato un appuntamento a Vicenza, i due lo convincono all’acquisto dell’autovettura al prezzo di 10mila euro previo però versamento di un acconto di 1000 euro, che la vittima prontamente consegna. Una volta saldato il tutto i sedicenti venditori però si sono resi irreperibili, nonostante i vari tentativi dell’acquirente di ricontattarli. Una truffa bella e buona.


I militari, attraverso la testimonianza della vittima e al riconoscimento fotografico dei fratelli, oltre che grazie a una ricerca in banca dati su tutti i pregiudicati con precedenti simili del territorio berico, sono riusciti a risalire all’identità dei due truffatori. Denunciandoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento