"Suo figlio ha provocato un incidente, paghi per liberarlo": anziana cade nella trappola

Truffa a segno martedì a Chioggia: una 79enne ha consegnato centinaia di euro e monili a un falso avvocato. Era stata contattata al telefono. La polizia: "Fate attenzione"

Il modus operandi è sempre lo stesso. Eppure purtroppo i malfattori riescono sempre a trovare qualche persona ingenua che ci casca. Stavolta è toccato a un'anziana signora 79enne residente nel rione Sant'Andrea, in centro storico a Chioggia. La donna è stata contattata telefonicamente il 20 giugno: dall'altro capo della cornetta un uomo le ha spiegato che il figlio aveva provocato un incidente ed era stato incarcerato. Per liberarlo era necessario sborsare 4mila euro a un avvocato che si sarebbe occupato del caso.

Fortunatamente la signora non aveva in casa tutto quel denaro e, quando il truffatore si è presentato alla porta, gli ha consegnato solo poche centinaia di euro. Il malvivente è ritornato nuovamente più tardi, riuscendo a ottenere anche dei gioielli. Solo alla terza telefonata la poveretta si è insospettita, capendo di essere stata raggirata. Il giorno successivo ha presentato denuncia al commissariato locale. La polizia coglie l'occasione per ricordare di prestare sempre la massima attenzione in casi del genere e non consegnare mai soldi agli sconosciuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento