menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fingeva direttore della Campari per "girare" i bonifici sul suo conto

Un 45enne di Mogliano deve rispondere di truffa e sostituzione di persona. Si spacciava per direttore dei servizi informativi della Davide Campari Milano spa

G.C. aveva messo a segno una tattica perfetta: fingersi il direttore dei sistemi informativi della Campari per ingannare gli interlocutori e farsi saldare le fatture su un nuovo conto corrente. Come riporta Il Gazzettino infatti, il 45enne di Mogliano, sarebbe riuscito a faresi versare ingenti somme da due società che avevano conti aperti proprio con la Campari.

Le cifre sono importanti, si parla di mezzo milione di euro ricevuto con il "trucchetto". Il metodo però era fin troppo scontato ed infatti non è durato molto ed ora l'uomo deve rispondere di truffa e sostituzione di persona.

Tutti i fatti contestati sarebbero stati commessi a Mestre, tra il febbraio e il marzo 2014. L'uomo era riuscito a contattare, sia via mail che telefonicamente, la Drinkabile srl e la Carrefour Italia spa ed a farsi versare su un altro conto corrente quasi 170mila euro dalla prima e 480 mila euro dalla seconda. Con la telefonata il 45enne si spacciava per direttore dei servizi informativi della Davide Campari Milano spa e chiedeva una variazione delle coordinate Iban. Tutti i soldi sono stati recuperati ad eccezione dei 170mila euro che l'uomo aveva già versato in un conto estero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento