Cronaca

Acquisti pagati con l'home banking ma dopo annullavano la transazione: due denunciati

Nei guai un 35enne di Castelfranco Veneto (Treviso) e una 41enne di Chioggia (Venezia) rintracciati in un bed&breakfast di via Tartini, a Padova

Compravano capi d'abbigliamento costosi pagandoli tramite bonifico bancario, mostravano all'esercente uno screenshot dell'avvenuto pagamento on line e subito dopo aver ritirato la merce annullavano la transazione. Denunciati per truffa in concorso e insolvenza fraudolenta un 35enne di Castelfranco Veneto (Treviso) e una 41enne di Chioggia (Venezia) rintracciati in un bed&breakfast di via Tartini, a Padova.

Nello specifico i due, il 28 marzo scorso, avevano acquistato un vestito ed un paio di scarpe del valore di 1.830 euro in un negozio di corso Umberto, a Padova, pagandoli con l'home banking. Soldi che però non sono mai arrivati al negoziante.

I due sono stati rintracciati mercoledì nell'alloggio di Padova dopo che il titolare della struttura ha chiesto l'intervento della polizia nutrendo dei dubbi sui documenti forniti dalla coppia. Le carte d'identità sono risultate autentiche però gli agenti, al momento dell'identificazione all'interno della struttura di città giardino, hanno rinvenuto le scarpe e il vestito comprati in corso Umberto e mai pagati al negozio.

Sono tutt'ora in corso indagini sulla coppia che pur alloggiando anche per una ventina di giorni in altri B&B d'Italia non aveva mai saldato il conto. Accertato un caso nel Ferrarese.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquisti pagati con l'home banking ma dopo annullavano la transazione: due denunciati

VeneziaToday è in caricamento