menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa dello specchietto a una coppia di turisti danesi, alla vista dei carabinieri tenta la fuga

È successo a San Donà di Piave ieri mattina. I carabinieri che passavano di lì hanno proceduto al controllo e denunciato un giovane nomade di 22 anni

È andata male ad un giovane di 22 anni, appartenente al gruppo nomade dei Camminanti, che ieri mattina ha cercato di farsi di consegnare del denaro da una coppia di danesi in vacanza nel litorale veneziano. Il ragazzo, come appurato poi dai carabinieri, avrebbe inscenato la truffa dello specchietto nei confronti dei turisti, approfittando forse della loro ingenuità di fronte ad un inganno molto diffuso nel nostro territorio. La sfortuna del delinquente, con vari precedenti per truffa, è stata la presenza a San Donà, in quel momento, di una pattuglia dell'Arma di Cavallino-Treporti.

Truffa dello specchietto

Il 22enne, come da modus operandi consolidato, ha inseguito la coppia di turisti, entrambi sulla cinquantina, a bordo della propria auto, li ha fatti accostare e ha preteso del denaro per ripagare la rottura dello specchietto della macchina, accusandoli di avere causato il danno. Quando si è accorto che i carabinieri si stavano avvicinando, è risalito in fretta e furia in auto, un Alfa Romeo 147 grigia, e ha cercato di scappare al controllo. Dopo un inseguimento, tuttavia, è stato fermato e identificato. All'atto del controllo i militari hanno trovato in suo possesso un pezzo di cuoio a cui erano stati applicati dei chiodi e un pastello di colore nero, strumenti utilizzati per provocare segni e rigature che potessero dimostrare l'avvenuto contatto tra i due veicoli. Alla luce della sua carriera pregressa, per il giovane è scattata la denuncia per danneggiamento e tentata truffa. A proprio carico è stato anche emesso un foglio di via.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento