menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si registra con falso nome in hotel, truffatore ricercato scoperto e arrestato

La vacanza finisce nel peggiore dei modi per un truffatore di Monaco di Baviera ricercato dalle autorità tedesche. Giovedì era arrivato in un albergo di Jesolo con la famiglia

Si registra in hotel e subito dopo viene segnalata la sua presenza alla polizia attraverso il database automatizzato di sicurezza. Vacanza finita nel peggiore dei modi giovedì scorso per un cittadino 27enne residente con ogni probabilità a Monaco di Baviera. Nel primo pomeriggio di giovedì nell'albergo di via Altinate sono entrati gli agenti del commissariato locale, che hanno bloccato il sospetto. Arrivato sul litorale da poche ore. Inutili i suoi tentativi di ddichiararsi con un altro nominativo. Sul 27enne pendeva un provvedimento internazionale d’arresto emesso dalle autorità tedesche nel 2013 per un reato di truffa (compravendita d’oro), con una pena da espiare superiore ai 3 anni di reclusione. 

Non solo: poiché il giovane utilizzava degli alias, in banca dati era stata inserita anche una delle false identità utilizzate, nonché il falso documento d’identità a nome di un fantomatico Wagner Bellami, con residenza a Monaco di Baviera. Proprio l’alias e il documento utilizzato dall’uomo a Jesolo. Condotto negli uffici del commissariato di via Pietro Sassaro, l’uomo – che è stato assistito da un interprete in lingua tedesca – ha ribadito le false genralità con cui si era registrato in hotel, fino a quando, messo alle strette dall’evidenza dei fatti (e dalla documentazione fatta pervenire dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e dalle autorità tedesche), non ha potuto fare altro che confermare la sua vera identità. 

E’ finito quindi in manette su mandato di arresto europeo e denunciato per i reati di ricettazione, false attestazioni a pubblico ufficiale circa la propria identità, sostituzione di persona e uso di atto falso. Alla fine è stato condotto nel carcere di Santa Maria Maggiore a disposizione della Corte d’Appello di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento