menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clonavano un noto portale di vendite online e si facevano pagare per merce inesistente

I carabinieri hanno denunciato 7 giovani che avrebbero perpetrato una trentina di truffe. Con documenti falsi aprivano nuove carte prepagate dove arrivavano i soldi delle vittime

Erano un gruppo strutturato e organizzato, in cui ognuno aveva compiti precisi: chi era addetto ai documenti falsi, chi a pubblicare gli annunci online, chi a clonare i portali "utili" per l'attività, chi a predisporre le carte prepagate per ricevere il denaro. I carabinieri della stazione di San Michele al Tagliamento sono riusciti a spostarsi dal digitale al reale, smascherando un gruppo criminale composto da 6 giovani di nazionalità romena e una donna loro connazionale. Si tratta di persone esperte di truffe informatiche, tutte domiciliate in Piemonte.

Le indagini sono scattate nel momento in cui una vittima ha raggiunto la caserma dei carabinieri di San Michele per presentare denuncia: aveva pagato 800 euro dopo aver visto un annuncio di vendita di un prodotto su un noto sito specializzato, caricando i soldi seguendo le coordinate di una carta prepagata. Il denaro è arrivato a destinazione, ma della merce nemmeno l'ombra. Il portale a quanto pare sarebbe stato clonato. Vani i tentativi di contattare gli autori dell'annuncio.

Di queste truffe il gruppo di malintenzionati digitali ne avrebbe messe a segno moltissime. I militari dalla carta prepagata utilizzata per il raggiro sono riusciti, attraverso alcune indagini, a risalire a un'auto, dopodiché hanno capito chi l'aveva in uso. A quel punto si è intuito che quest'ultimo faceva parte di un sodalizio più ampio: attraverso i vari indirizzi Ip "seminati" durante le truffe si sono identificate le vere identità dei truffatori, fino ad arrivare alle denunce. I 7 allo stato soono ritenuti responsabili di almeno una trentina di truffe, perpetrate tra marzo e settembre di quest'anno in tutta Italia.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento