Cronaca

Operatori sanitari e dipendenti delle case di riposo, ma sono truffatori

Il caso segnalato a Caorle. Due persone con giubbotto giallo bussano ad anziani e persone sole

A Caorle, in queste ore sono stati segnalati finti operatori della casa di riposo o operatori sanitari, muniti di giubbotti gialli catarifrangenti, che chiedono di visitare l’appartamento o danno informazioni con lo scopo di entrare in casa e rubare denaro e oggetti di valore a persone sole o anziane. Apparentemente si presenta una sola persona per intrattenere la vittima mentre un'altra persona tenta di entrare in casa.

«Questi sono solo truffatori e sciacalli che approfittano dell’emergenza coronavirus per truffare le persone anziane e sole - si legge in una nota del Comune di Caorle -. La raccomandazione è quindi di non far entrare queste persone e di chiamare subito le forze dell’ordine».
 
Non c’è nessuna attività di porta a porta in corso nel territorio del Comune di Caorle ad eccezione solo della consegna delle mascherine protettive a cura degli operatori della protezione civile comunale di Caorle, facilmente riconoscibili dalla divisa e dall’auto di servizio d’emergenza.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operatori sanitari e dipendenti delle case di riposo, ma sono truffatori

VeneziaToday è in caricamento