menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Nell'acqua c'è il mercurio": non sono tecnici Veritas, sono ladri

Una coppia di truffatori sta imperversando nel Veneziano. L'azienda mette in guardia dai delinquenti. Segnalazioni giovedì anche da Noale

Continuano a imperversare, sempre con lo stesso copione. Sempre senza coscienza, intascandosi soldi e gioielli degli anziani. Una coppia di truffatori, l'ennesima, in questi giorni è stata segnnalata ripetutamente da alcuni cittadini tra Mestre e Marghera. Si presentano in maniera "credibile", con tanto di cartellino. Ma non sono veri operatori Veritas. Dopo essere entrati nell’abitazione e aver effettuato una finta analisi utilizzando strisce di carta colorate, oppure un liquido puzzolente, dichiarano che l’acqua che esce dai rubinetti è inquinata dal mercurio. Quindi, consigliano di evacuare la casa perché devono eseguire una bonifica dell’area.

Alla fine, i falsi tecnici rassicurano i malcapitati dicendo che l’acqua ora è sicura e se ne vanno dopo averli derubati. Dall'azienda multiservice veneziana arriva dunque l'appello di non aprire a nessuno che si comporti in questo modo. "Nessun nostro tecnico è autorizzato a eseguire controlli nelle case - puntualizza Veritas - se non su precisa richiesta dell'utente". Tanto più che la lettura dei consumi avviene da contatore, spesso posizionati fuori dall'abitazione. Identiche segnalazioni giovedì mattina sono arrivate anche dalla zona di Briana di Noale e dei territori limitrofi: una coppia di finti operatori di Veritas ha cercato di raggirare alcuni anziani, muovendosi tra le abitazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento