rotate-mobile
Cronaca San Marco / Sestiere San Polo

L'ha fatto ancora: il giovane si è rituffato dal ponte di Rialto anche domenica mattina

Il 22enne tedesco che bivacca a due passi dal ponte in tarda mattina si è lasciato cadere di nuovo in Canal Grande. Sul posto le forze dell'ordine. Grosso rischio per il traffico acqueo

L'ha fatto ancora: noncurante del pericolo per la sua incolumità e per quella altrui. Il 22enne senza fissa dimora tedesco che sabato si è tuffato dall'arcata del Ponte di Rialto, ha concesso il bis nella tarda mattinata di domenica. In un punto in cui il traffico acqueo è particolarmente sostenuto e dove già in passato si sono verificati incidenti anche tragici. Per fortuna anche in questo caso non è successo nulla di grave: il giovane, che bivacca gran parte del giorno non distante dal ponte chiedendo l'elemosina, è stato ancora una volta soccorso. L'evento è stato confermato dalla polizia municipale. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo natanti.

E' stato un bagno meno "scenografico" rispetto a quello di poche ore prima: il giovane si è immerso ai piedi del ponte di Rialto per poi essere trasportato per la seconda volta all'ospedale Civile per aggiornamenti. Sarà con ogni probabilità sottoposto ad accertamenti psichiatrici. Tanto più che, secondo testimoni, il 22enne non sarebbe stato ubriaco o non sarebbe stato alterato dall'assunzione di altre sostanze. Gli accertamenti, però, sono ancora in corso.

Sabato era stato il turno della polizia di Stato soccorrere il ragazzo, che si era tuffato dall'arcata inferiore del ponte. Dopo essere finito in acqua gli hanno fatto scudo due motoscafi, per evitare guai. Con alcune bracciate il 22enne ha quindi raggiunto la riva, dove i poliziotti lo hanno riscaldato fornendogli una coperta. Dopodiché il trasferimento in ospedale in idroambulanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ha fatto ancora: il giovane si è rituffato dal ponte di Rialto anche domenica mattina

VeneziaToday è in caricamento