menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affetti da scabbia, occupavano un'ex caldaia: denunciati 2 tunisini

La scoperta è stata fatta al comando dei vigili di via Cappuccina a Mestre. Condotti al pronto soccorso perché in astinenza, è stata riscontrata l'infezione

Occupavano l'ex locale caldaia del complesso dove sono ospitati il comando dei vigili, l'anagrafe e i servizi sociali. Come riporta il Gazzettino, giovedì pomeriggio, attorno alle 13, gli agenti della polizia municipale della sezione Terraferma di Mestre hanno scovato due cittadini di origine tunisina, che avevano tentato in ogni modo di nascondersi, e che sono stati fatti uscire non senza fatica. I due, tossicodipendenti, hanno cominciato a dare in escandescenze, arrivando fino ad adottare comportamenti autolesionistici. Uno è arrivato al punto di dare una potente testata alla portiera dell'automobile nella quale lo stavano facendo salire, per condurlo successivamente negli uffici dei Giardini Papadopoli.

Gli abusivi erano privi di documenti d'identità, e quindi si rendeva necessaria la fotosegnalazione. Durante il tragitto verso piazzale Roma, il più giovane dei due avrebbe avuto una crisi d'astinenza talmente violenta che si è reso necessario il trasporto al pronto soccorso del centro storico. Poi la brutta notizia: i sanitari, infatti, hanno scoperto che il ragazzo era affetto da scabbia. E così anche il suo "compagno". È scattato quindi l'allarme rosso per tutti gli operatori che fino a quel momento erano entrati in contatto con loro, vista la contagiosità della malattia infettiva che aggredisce la pelle.

Entrambi sono stati poi denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, oltre che per invasione di edifici pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento