rotate-mobile
Cronaca

Zaccariotto a Zaia: "Scelta illogica tagliare i trasferimenti al turismo"

Si è tenuto oggi l'incontro tra presidenti di provincia e di regione, in merito alla spinosa questione relativa alla riduzione delle risorse da destinare al settore, a rischio 78 stipendi

Si sono incontrati oggi, martedì 15 maggio, nella sede della giunta regionale a palazzo Balbi, la presidente della provincia di Venezia Francesca Zaccariotto e il presidente della regione del Veneto Luca Zaia, per affrontare la spinosa questione dei tagli ai trasferimenti regionali destinati al settore turismo. La Regione ha, infatti, deciso, per il 2012, di decurtare di un ulteriore 55% le risorse da destinare alla Provincia, nonostante lo scorso anno la quota fosse già stata ridotta del 22%. In tre anni, dunque, il trasferimento regionale sarebbe passato dai 4 milioni e 140 mila euro del 2010, all’1 milione e 470 mila euro attuale, per un complessivo taglio di circa il 60%.

All’incontro erano presenti anche gli assessori regionali al Bilancio Roberto Ciambetti e al Turismo Marino Finozzi, e l’assessore provinciale al Turismo Giorgia Andreuzza.

Alla base dello scontro vi è, allora, la decisione, da parte della Provincia, di impugnare la deliberazione della giunta regionale n. 741/2012, che, ha sottolineato la Zaccariotto, “riteniamo illegittima, assunta in violazione dell’art. 21 della legge regionale 33 del 2002 che prevede il trasferimento delle risorse necessarie per lo svolgimento delle attività delegate alla Provincia in materia turistica”.

Ad essere particolarmente contestato è “il criterio con cui la Regione ha calcolato i tagli dei trasferimenti alla Provincia, riparametrati di anno in anno su un bilancio sempre più magro, invece che in base alla ripartizione storica dei trasferimenti destinati alla Provincia veneziana”. Una scelta che la Presidente ritiene “illogica”, soprattutto se si considera “l’importanza che ricopre questo settore fondamentale per una provincia che detiene il record a livello regionale e nazionale degli arrivi turistici, con i suoi 35 milioni di turisti all’anno”.

L’allarme riguarda in primis la situazione potenzialmente critica degli addetti al servizio turistico provinciale. Una decurtazione così pesante non consentirebbe, infatti, sostiene la Zaccariotto, “alla nostra Apt, l’azienda provinciale di promozione turistica di far fronte, già a partire dal mese di luglio prossimo, al pagamento degli stipendi dei 78 lavoratori, di cui 77 con rapporto di lavoro a tempo indeterminato”.

Vi è poi anche una questione d’immagine: l’Apt “non potrà garantire i servizi di informazione e accoglienza turistica per la stagione estiva nelle località balneari”. Questione che, inevitabilmente, avrà dei pesanti risvolti a livello economico: “i tagli che questa Provincia ha subito sono tali da pregiudicare non solo lo svolgimento dell’attività in un settore strategico come il turismo, fondamentale per la bilancia economica della nostra realtà veneziana, ma anche per lo stesso bilancio dell’Ente”.

La situazione creditoria della Provincia nei confronti della Regione ammonta ad oggi, ha evidenziato ancora la Presidente, “nel solo comparto turistico a circa 4 milioni di euro,  un credito talmente consistente da averci costretto ad anticipare con la nostra tesoreria gli stipendi del personale dell’Apt”. Eppure, ha proseguito, “abbiamo attuato a partire dal 2009, anno di insediamento di questa amministrazione, un percorso radicale di riorganizzazione e di recupero di efficienza”, la “cura dimagrante” realizzata “ha riguardato sia il numero degli uffici provinciali turistici della Provincia - passati da 24 a 15, per un taglio complessivo di circa il 37% - sia il personale che ha subito un drastico ridimensionamento, da 113 dipendenti a 78, con un recupero di un milione di euro di spese”.

Infine l’augurio, lanciato dalla Zaccariotto, di un intervento concreto, in fase di assestamento di bilancio, da parte del presidente Zaia, “alla luce delle considerazioni e dei problemi oggi condivisi” e “nel rispetto di un territorio così strategico per l’economia regionale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaccariotto a Zaia: "Scelta illogica tagliare i trasferimenti al turismo"

VeneziaToday è in caricamento