Ubriaco fradicio, decide di lanciarsi dalla finestra del B&B: turista in ospedale

Allarme lunedì sera a Venezia, in zona salizada San Luca. Un 37enne francese si trova ricoverato all'Angelo. L'uomo era ubriaco, la fidanzata avrebbe cercato di fermarlo

Completamente ubriaco, decide di lanciarsi dalla finestra del B&B in cui alloggiava. Allarme verso le 23.30 di lunedì in salizada San Luca, non distante da piazza San Marco, dove un turista francese di 37 anni (H.J. le sue iniziali) è stato soccorso dopo essere "volato" dal secondo piano, riportando alcune sospette fratture a livello cervicale. È stato trasportato in idroambulanza fino a piazzale Roma per poi essere trasbordato e raggiungere l'ospedale dell'Angelo, dove è stato sottoposto ad accertamenti. È alle prese con traumi multipli al volto, al torace e alle braccia: le sue condizioni sono monitorate passo passo, si attendono le prossime ore per capire l'evolversi della situazione.

Vicino a lui la fidanzata

Sul posto, in centro storico, oltre ai sanitari del 118 è intervenuta anche la polizia: l'uomo era supino a terra, ancora cosciente. Si lamentava in francese ma per fortuna non è stato necessario intubarlo. Ad assistere alle operazioni di soccorso anche la fidanzata del ferito, che ha raccontato la propria versione dei fatti. Si tratta di una cittadina britannica di 27 anni che in quel momento appariva molto ubriaca. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ubriaco, decide di lasciarsi cadere

I due fidanzati lunedì sera sarebbero rientrati nel B&B dove erano alloggiati intorno alle 23, raggiungendo la loro camera al secondo piano. La donna si sarebbe messa a fumare in un terrazzino e a un certo punto il fidanzato, che aveva bevuto, l'avrebbe raggiunta dichiarando con tono scherzoso che si sarebbe buttato. A quel punto la compagna avrebbe intimato al suo interlocutore di rientrare nell'alloggio. Il tempo di finire la sigaretta, non più di un minuto, e la 27enne avrebbe rimesso piede nella camera senza trovare nessuno. Avrebbe controllato nel bagno e poi avrebbe concentrato l'attenzione su una seconda finestra dell'alloggio. Dalla calle sottostante provenivano delle urla e delle richieste di soccorso. Una corsa all'esterno e la donna si è trovata il proprio fidanzato a terra, in un lago di sangue. I passanti avevano già chiamato i soccorsi, intervenuti nel minore tempo possibile. La versione dei fatti della giovane sarebbe stata riscontrata dal successivo sopralluogo delle forze dell'ordine nel B&B e dalle testimonianze di altre tre donne che hanno assistito alla scena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento