menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turista va in arresto cardiaco tra le calli, salvato con il defibrillatore

Un cittadino canadese deve ringraziare la prontezza di un passante veneziano che ha praticato il massaggio cardiaco. Poi è arrivato il 118

Deve ringraziare la prontezza di quel passante che si è accorto che era il caso di intervenire subito, oltre che la bravura dei sanitari del 118 intervenuti con un defibrillatore. Un turista canadese, infatti, lunedì pomeriggio è stato colpito dai sintomi di un infarto mentre si trovava in zona Barbaria de le Tole, nel sestiere Castello.

All'improvviso mentre stava visitando la città si è accasciato a terra. Privo di sensi. Il primo a soccorrerlo è stato proprio un veneziano, che ha praticato immediatamente il massaggio cardiaco, evitando quindi il rischio di ischemia cerebrale. Mentre praticava le manovre rianimatorie si trovava al telefono "in diretta" con la centrale operativa del 118, i cui esperti hanno guidato passo passo l'intervento. I sanitari sono quindi arrivati in idroambulanza, continuando la rianimazione cardiopolmonare con il defibrillatore in dotazione.

L'operazione è proseguita finché il paziente non ha risposto alla stimolazione elettrica ed è stato rianimato. Stabilizzato e intubato, è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Civile per le cure del caso. Dopodiché sono seguiti ulteriori esami nel reparto di Emodinamica della Cardiologia dell'istituto sanitario lagunare. Alla fine la lieta notizia: martedì sera l'ufficialità che la crisi era stata superata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento