menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra calli e campielli a colpi di pedali, due bici avvistate a Venezia

Continuano le segnalazioni di turisti "irrispettosi": dopo i pic-nic sui masegni e i sacchi a pelo nei sottoportici è il turno dei ciclisti a razzo in Strada Nuova

Il turismo “becero” del centro storico continua a far discutere e, tra l'ipotesi del numero chiuso e quella del ticket in laguna, sono gli stessi residenti ad armarsi di telefono e a segnalare giorno per giorno i vari episodi di malcostume che si susseguono tra calli e campielli; l'ultimo di questi, in ordine di tempo, è stato registrato in campo Santi Apostoli, dove una coppia di turisti è stata immortalata mentre attraversava la città in bicicletta.

MANCANZA DI RISPETTO – I due ciclisti “selvaggi” sono stati fotografati da un veneziano mentre saltavano giù dalla sella per salire sul ponte che dal campo arriva in sottoportego Falier, intorno alle 18 di lunedì. Lo stesso cittadino racconta di come, subito prima, i due visitatori avessero sfrecciato lungo tutta Strada Nuova, che per quanto larga nei periodi estivi risulta comunque affollata, essendo la principale direttrice che da piazzale Roma conduce fino a piazza San Marco. Un'abitudine vietatissima da sempre in laguna, ma che ormai sembra aver preso sempre più piede, alla faccia dei tanti bambini della città che fino ad una decina di anni fa si vedevano sgridare dai vigili non appena provavano a montare su un sellino per fare un giro nel campiello sotto casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento