Cav, in arrivo i tutor: anche sul Passante i temuti nuovi strumenti regola-velocità

L'esperimento è già stato messo a punto in A13, nel tratto tra Padova e Bologna. Ora, a partire da giugno, anche la bretella sarà implementata con questi nuovi strumenti

Passante di Mestre, in arrivo i temuti tutor. Come riporta la Nuova, Cav, la società che gestisce la bretella autostradale sta preparando infatti l'installazione dei nuvi sistemi di rilevamento elettronico della velocità, che dovrebbero portare dei benefici in termini di sicurezza. E anche di introiti.

Sì, perché stando alla "storia" dei tutor installati lungo l'A13, tra Padova e Bologna, il numero delle multe è incrementato in modo considerevole, così come è diminuito in maniera sostanziale il numero di punti delle patenti degli automobilisti. I nuovi prototipi regola-velocità dovrebbero essere attivi a partire da giugno, per un investimento totale di quasi un milione di euro.

"Gli strumenti più sicuri". Queste le parole di Sabato Fusco, direttore tecnico del Cav, secondo il quale a differenza degli autovelox, con i tutor anche gli automobilisti saranno portati a guidare in maniera costante, adeguandosi, almeno si spera, ai limiti di velocità imposti dal codice della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento