menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutti a Ca' Farsetti contro i tagli: Venezia, Zappalorto sotto assedio

Giornata di proteste su tutti i fronti: mercoledì genitori, pendolari e lavoratori comunali in trincea contro le politiche della gestione commissariale

Tutti riuniti, si preannuncia una giornata complicata per l'amministrazione veneziana. Il commissario Vittorio Zappalorto "affronta" le categorie che a vario titolo sono state coinvolte dalle conseguenze dei tagli al bilancio, e che hanno scelto mercoledì per presentarsi a Ca' Farsetti e protestare per chiedere al Comune di tornare sui propri passi. Lo riporta il Gazzettino.

D'altra parte era chiaro fin dall'inizio che tentare di recuperare milioni di euro in un bilancio pesantemente in passivo avrebbe comportato tagli sulle spese un po' ovunque, con conseguenze in certi casi drammatiche. Sono i candidati sindaco a schierarsi in prima linea contro le politiche del commissario, chiedendo di sospendere i provvedimenti che potrebbero portare alla perdita di 11 posti di lavoro: i dipendenti degli "spazi cuccioli", la cui imminente chiusura ha fatto mobilitare anche i genitori.

Le famiglie sostengono anche un'altra protesta, quella per l'aumento del costo dei buoni pasto: le tariffe salgono di 70 centesimi al giorno, portando il costo da 3,30 a 4 euro per le scuole dell'infanzia e da 3,55 a 4,25 euro per le scuole elementari e medie. Un rincaro che non va giù ai genitori veneziani, spesso già alle prese con difficoltà economiche. Ma mercoledì è anche la giornata in cui si decide il destino dei 18 dipendenti delle cooperative impegnate nella gestione di biblioteche e archivi comunali, cui sono stati tagliati i fondi e che ora rischiano di non vedere rinnovato l'appalto a fine giugno.

Il problema tocca in generale i dipendenti comunali, invitati dai sindacati a partecipare numerosi perché anche per loro i soldi per il contratto integrativo scadranno a fine mese. Infine la questione trasporti, che coinvolge moltissimi residenti pendolari: è dei giorni scorsi la notizia dei rincari su biglietti e abbonamenti Actv, che peserà soprattutto sulle tasche di chi quotidianamente utilizza autobus e vaporetti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento