Ubriaco in barca aggredisce un cittadino e un agente, arrestato

In manette un 30enne veneziano. Aveva un tasso alcolemico di 1,26. Fermato dalla polizia

Con il suo barchino andava troppo veloce e quando un cittadino lo ha invitato a rallentare lui si è fermato ed è sceso sulla riva, aggredendolo e minacciandolo di morte. Il protagonista dell'episodio, avvenuto venerdì pomeriggio in Rio Marin a Venezia, è un 30enne veneziano, L.C., che è stato arrestato dalla polizia. 

L'inseguimento

Gli agenti della squadra volanti lo hanno intercettato dopo aver ricevuto la segnalazione della vittima. L.C., nonostante l'alt, è fuggito e ha minacciato gli agenti. Dopo un breve inseguimento, durante il quale un poliziotto è dovuto salire a bordo del mezzo in fuga per cercare di spegnere il motore, il 30enne è stato bloccato. Le difficoltà non sono mancate, visto che ha aggredito anche l'agente. 

L'arresto

Sottoposto all'alcol test, è risultato avere un tasso di 1,26 grammi per litro. Il giovane è stato arrestato e gli è stata sequestrata la barca. Questa mattina è stato condannato a otto mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena, previo svolgimento di cinque mesi di lavori socialmente utili. Dovrà pagare anche una maxi multa di 4.700 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento