menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Causa un incidente: "Ne aveva provocato un altro poco prima"

Serata da dimenticare per un 48enne che venerdì ha tamponato una donna mostrandosi molto alticcio. Nelle stesse ore sorpreso anche un brasiliano al volante sotto l'effetto di droga

Con il passaggio all'ora legale statisticamente i furti nelle abitazioni aumentano, specie dal tardo pomeriggio in poi. Quando è l'oscurità a farla da padrona. Per questo motivo venerdì la compagnia dei carabinieri di San Donà ha organizzato un servizio straordinario di controllo del territorio che non ha mancato di portare risultati. Quello più eclatante è stato raggiunto nella nottata, quando c'è stato un lungo inseguimento sulla Triestina con tanto di sparo a uno pneumatico da parte di un carabiniere. Un'azione che si è conclusa con un arresto e due denunce (DETTAGLI)

Due ladri denunciati 

Nelle ore precedenti a finire nei guai per tentato furto aggravato sono stati due presunti ladri sorpresi dagli addetti alla sicurezza a perpetrare dei furti nel supermercato Eurospar di via Calnova a Noventa di Piave. Si tratta di un 48enne di origini marocchine e di una 21enne romena, entrambi in Italia senza fissa dimora e con precedenti alle spalle. Avevano cercato di rubare merce per un valore totale di 100 euro. 

Alterati alla guida

Contestate alcune contravvenzioni al codice della strada per guido in stato di ebrezza. Il primo, T.L., di Quarto d’Altino, classe 1969, è finito nel mirino per essersi rifiutato di sottoporsi all’alcoltest dopo aver causato un incidente. In particolare, in località Portegrandi, aveva tamponato un veicolo. Durante queste fasi, poi, è sopraggiunto un altro veicolo, un Fiat Ducato, il cui conducente ha dichiarato che poco prima era stato tamponato anche lui da quel veicolo, che però si era dato alla fuga. In supporto, per gestire viabilità e rilievi, è sopraggiunta anche una pattuglia della stazione dei carabinieri di Jesolo e del commissariato. 

Al volante sotto l'effetto di stupefacenti

Più vicino alla costa, a Cavallino-Treporti, i militari della stazione locale hanno invece denunciato un brasiliano residente a Villorba, nel Trevigiano, per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: ha rifiutato di sottoporsi ad accertamenti biologici. Nel corso della perquisizione è stato sequestrato un involucro contenente circa 10 grammi di marijuana che l'automobilista ha dichiarato essere per uso personale. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento