Cronaca Mestre Centro / Via Daniele Manin

Ubriaco al bar aggredisce la polizia e tenta di rubare la pistola ad un'agente

Il gestore aveva chiamato il 113 per liberarsi di un cliente troppo insistente nell'ordinare nuovo alcol. Lui, 53enne pluripregiudicato, si è lanciato in una rissa con gli uomini di pattuglia.

Era già ubriaco fradicio ma voleva che il barista continuasse a versargli da bere e dopo il suo rifiuto era passato alle parole forti. Per questo, ieri sera, il gestore di un bar di via Manin a Mestre aveva chiamato la polizia. Ma nemmeno gli agenti, intervenuti sul posto, sono riusciti ad averla vinta facile. Gli uomini del reparto Volante avevano convinto l’uomo, un 53enne originario del basso Padovano ma residente a Mestre, a uscire dal locale solo dopo una lunga opera di convincimento. Non si aspettavano di certo il colpo di coda che ne è seguito.

Il 53enne, messo un piede fuori dalla porta, si è girato su se stesso, è rientrato nel locale urlando e bestemmiando contro il barista e si è scagliato, mulinando calci e pugni, contro i poliziotti che lo stavano tenendo fermo per evitare che combinasse una sciocchezza. Una vera e propria tragedia sarebbe invece accaduta se solo fosse riuscito ad arraffare la pistola di uno degli agenti. Immobilizzato, è stato poi condotto in questura: da un semplice controllo è emersa così la fedina penale dell'arrestato già pluripregiudicato per reati simili. L'uomo ora è agli arresti domiciliari per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale. In seguito alla collutazione, ai due poliziotti sono stati pronosticati dieci giorni per la guarigione a causa di ematomi, graffi ed escoriazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco al bar aggredisce la polizia e tenta di rubare la pistola ad un'agente

VeneziaToday è in caricamento