menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco, si cala dal primo piano causando danni. Poi prende a pugni il carabiniere VIDEO

Nottata movimentata a Caorle tra venerdì e sabato. Un 51enne bolzanino ha rischiato di far cadere l'ombrellone della terrazza. E' stato arrestato. Il gestore: "Ora però è già libero"

Cosa abbia pensato lo sa solo lui: è entrato nel bagno del primo piano del locale, poi è uscito dalla finestra, si è appeso a delle luci rischiando di buttare a terra l'ombrellone della terrazza sottostante. Dove i clienti stavano trascorrendo la tarda serata di venerdì. Non contento, all'arrivo dei carabinieri ha sferrato un pugno in pieno volto al comandante della pattuglia, venendo arrestato. "Ho l'amaro in bocca - dichiara il titolare del locale, l'Harry Johnson Speakeasy di Caorle - noi siamo stati a lavorare fino alle 8 di mattina per riparare ai danni che ci ha causato. Lui invece sabato l'ho visto nelle vicinanze della spiaggia. Libero di fare ciò che voleva". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A finire nei guai è stato un 51enne residente nella provincia di Bolzano, completamente ubriaco. Verso le 23 di venerdì e entrato nel locale chiedendo di poter andare in bagno, situato al primo piano. Poi la scena che ha stupito gli avventori: l'uomo è uscito dalla finestra, si è calato dal supporto delle luci, per poi rischiare di far male a chi gli stava sotto. "Si è presentato come un tedesco - continua il gestore - poi abbiamo scoperto che era bolzanino. Poco prima era in centro che faceva flessioni. Poi è venuto da noi". 

Il 51enne ha danneggiato alcune lampade del bar, oltre che l'ombrellone: "All'arrivo dei carabinieri sembrava tranquillo - conclude il testimone - ha fatto finta di prendere i documenti, poi ha colpito con un pugno il capo pattuglia". L'altro militare è intervenuto in supporto, riuscendo, non senza difficoltà, a vincere le resistenze del facinoroso. Portato poi in caserma e dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento