menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mose, inizia il processo a carico delle imprese coinvolte: pioggia di patteggiamenti

Cooperativa San Martino e Codemar hanno annunciato l'accordo con la Procura, Adria Infrastrutture e Mantovani hanno detto di aver in corso la procedura per giungere a un'intesa

Chi ha già patteggiato e chi invece potrebbe farlo nel prossimo futuro. Con l'udienza preliminare, martedì mattina si è aperto al Tribunale di Venezia il procedimento nei confronti delle 8 aziende coinvolte nella vicenda Mose per il mancato controllo dei propri funzionari infedeli che hanno utilizzato fondi in nero ed eluso il fisco. 

Decreto legislativo ad hoc 

Il filone d'inchiesta è legato al decreto legislativo che prevede di indagare un'impresa che non controlla l'operato dei propri dirigenti. Tra le imprese coinvolte, la Cooperativa San Martino e la Codemar hanno annunciato in aula di aver raggiunto un accordo con la Procura per il patteggiamento. Altre due - la Mantovani e Adria Infrastrutture - hanno detto di aver in corso la procedura per un accordo con la Procura. Il Consorzio Venezia Nuova, la Fincosit, Condotte e Technostudio al momento vanno avanti con il procedimento per poi decidere o meno se chiedere un accordo con la magistratura. 

Le parti civili 

In aula hanno chiesto di essere riconosciute come parti civili la Regione Veneto, la Presidenza del Consiglio dei ministri, i ministeri dell'Economia e dei Trasporti. Il giudice però ha respinto la loro richiesta. La prossima udienza è stata fissata per il prossimo 21 dicembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento