menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piergiorgio Baita, arrestato per frode fiscale

Piergiorgio Baita, arrestato per frode fiscale

Caso Mantovani, il 15 marzo l'udienza del Riesame per i quattro arrestati

Ricorreranno forse tutti i quattro arrestati per frode fiscale nell'operazione "Chalet": Piergiorgio Baita, ad del colosso delle costruzioni, e gli altri tre indagati dalla Procura di Venezia

E' stata fissata per il 15 marzo prossimo l'udienza del Tribunale del Riesame di Venezia per le quattro persone arrestate per la creazione di un fondo "nero" da 8 mln di euro. A renderlo noto è l'avvocato Fulvia Fois, legale di fiducia di N.B., direttore finanziario della Mantovani, alla quale ha rimesso tutti gli incarichi dopo l'arresto.

I DETTAGLI DELLE INDAGINI

LE INTERCETTAZIONI: "HO FATTO CARTA STRACCIA PER 8 MILIONI"

L'EX SEGRETARIA DI GALAN: "FACEVO CIO' CHE DIVEVA MANTOVANI"

LA MANTOVANI: "MISURE CAUTELARI ABNORMI"

BORASO AL COMUNE: "ANNULLATE I CONTRATTI CON LA MANTOVANI"

Il direttore finanziario farà richiesta al Riesame domani dopo che - secondo Fois - è ancora "aperta" la richiesta di scarcerazione presentata al gip Alberto Scaramuzza che ha firmato l'ordinanza di arresto. Di certo al riesame andrà Piergiorgio Baita, ad di Mantovani, il cui legale Paola Rubini era stato il primo a presentare ricorso.

Secondo Fois sempre al riesame dovrebbe rivolgersi W.C., della Bmc, società di brokeraggio di San Marino che avrebbe emesso le false fatture che, dietro pagamento di percentuale, permettevano il rientro del denaro in Italia in "nero". Infine davanti al riesame dovrebbe presentarsi anche C.M., di Adria Investimenti, società legata alla Mantovani, che proprio due giorni fa, dopo l'interrogatorio di garanzia, è stata sentita anche dai pm veneziani che seguono l'inchiesta, Stefano Ancillotto e Stefano Buccini. Durante l'interrogatorio, Minutillo avrebbe scaricato le eventuali responsabilità su Baita.

"La Regione dev'essere un palazzo di cristallo. Da parte mia nessuna riserva all'istituzione da parte del Consiglio regionale di una commissione d'inchiesta che faccia chiarezza sull'operato della Regione e delle società partecipate in materia di appalti, opere pubbliche e project financing". E' intervenuto in questo moodo durante il Consiglio regionale il presidente della Giunta Luca Zaia, che ha condiviso le preoccupazioni dell'assemblea veneta per l'inchiesta in corso. (Ansa)

I DETTAGLI DELLE INDAGINI

LE INTERCETTAZIONI: "HO FATTO CARTA STRACCIA PER 8 MILIONI"

L'EX SEGRETARIA DI GALAN: "FACEVO CIO' CHE DIVEVA MANTOVANI"

LA MANTOVANI: "MISURE CAUTELARI ABNORMI"

BORASO AL COMUNE: "ANNULLATE I CONTRATTI CON LA MANTOVANI"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento