menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambulatorio di Enterostomatoterapia: all'Ospedale Civile è già tutto pronto

Un servizio importante, la cui presenza è stata fortemente voluta dal direttore Dal Ben: "giocherà un ruolo fondamentale nella cura e nella riabilitazione dei pazienti"

L’Ulss 12 Veneziana ha formalmente inaugurato all’Ospedale Civile, presso i Poliambulatori della Chirurgia al primo piano del Padiglione Semerani, il nuovo ambulatorio per pazienti enterostomizzati, visitato ieri dalla Direzione dell’Azienda sanitaria e dei vertici dell’Associazione Italiana Stomizzati.

L’Ambulatorio di Enterostomatoterapia, in funzione da alcune settimane, svolge un’attività prettamente infermieristica, al servizio di quelle persone portatrici di “enterostomìa”, cioè di un’apertura creata artificialmente sulla parete addominale, a seguito di un intervento chirurgico, che mette in comunicazione l’apparato intestinale con l'esterno, consentendo la fuoriuscita di feci. 

“Il servizio offerto dall'Ambulatorio di Enterostomatoterapia – ha spiegato il Direttore Generale dell’Ulss 12 Giuseppe Dal Ben – rappresenta un importante punto di riferimento per le persone con enterostomìa e le loro famiglie e gioca un ruolo fondamentale nella cura e nella riabilitazione della persona enterostomizzata. Riabilitare questi utenti significa dare un’assistenza unitaria e globale che faciliti il loro reintegro nella vita quotidiana con sufficiente autonomia. Per raggiungere questo obiettivo, l'infermiere enterostomista, affiancato dai medici dell'U.O. di Chirurgia, pianifica un programma riabilitativo-educativo individuale e personalizzato. Il servizio poi fa da anello di collegamento fra il paziente e le varie figure professionali quali, il medico chirurgo, il nutrizionista, lo psicologo, che vengono di volta in volta chiamati per dare il supporto specifico di cui l’assistito ha bisogno. E in questo quadro, sono importanti la presenza e la collaborazione delle associazioni dei pazienti e di volontariato, a supporto del lavoro dei sanitari”. 

“La realizzazione dell'Ambulatorio – commenta il dottor Roberto Merenda, Primario di Chirurgia del Civile – rappresenta il punto di arrivo di un progetto avviato ancora due anni orsono, e raggiunto con la collaborazione della Direzione del Presidio Ospedaliero, della Direzione delle Professioni Sanitarie e delle Farmacie Ospedaliera e Territoriale, con l'impegno fattivo del personale del Dipartimento di Chirurgia. Attualmente si sta monitorando l'attività di lavoro svolta dall'Ambulatorio per valutare eventuali possibili implementazioni del servizio, a cui fanno riferimento, nell'ambito operativo dell'Ospedale Civile, almeno 150 enterostomizzati”.

“La qualità di vita della persona stomizzata – spiega Nicodemo Doria, Presidente di Aistom Veneto – si modifica in relazione alle difficoltà che insorgono nel post-operatorio, per lo stress a cui è sottoposta, sia dal punto di vista sociale (modificazioni del ruolo all’interno della famiglia, possibile isolamento sociale e alterazioni nelle relazioni con il partner, con gli amici e con i colleghi) che psicologico (preoccupazione, ansia, paura di recidive), entrambi correlati alle modificazioni della propria immagine corporea. Questo cambiamento percepito dell'immagine del proprio corpo può essere superato da una relazione stabile, dal tempo e dalla pazienza. E’ quindi importante garantire al paziente stomizzato un'adeguata continuità assistenziale, attraverso attività di assistenza specialistica come questo Ambulatorio: struttura sanitaria e associazioni dei pazienti lavorano insieme sulla prevenzione, sul riconoscimento precoce e sul trattamento delle complicanze, al fine di migliorare la qualità della vita delle persone stomizzate, ridurre i ricoveri ospedalieri e conseguentemente i costi sanitari dovuti a questa condizione”.

Era presente alla visita compiuta all’Ambulatorio anche il Presidente nazionale di Aistom, Giuseppe Dodi, che ha sottolineato l’importante lavoro svolto in Veneto dall’Associazione regionale, d’intesa con le Aziende sanitarie locali.

L’Ambulatorio di Enterostomatoterapia dell’Ospedale Civile è aperto tutti i giovedì mattina, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, presso gli ambulatori al primo piano del Padiglione Semerani.
L’Associazione Italiana Stomizzati è al servizio dell’utenza: un primo contatto può essere preso telefonando al numero verde 800-675323, attivo dalle 10.00 alle 12.00.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento