Cronaca

Vaccini, Ulss 3: «Dal 5 agosto in poi 14mila appuntamenti disponibili»

Fino alla fine di luglio tutti gli slot sono stati esauriti e il 22 si arriverà a toccare il record di somministrazioni. Nel mese di agosto si registra un'inversione di tendenza, con meno della metà delle agende prenotate

La campagna di vaccinazione di Ulss 3 prosegue a pieno ritmo, ma se nella seconda parte del mese di luglio le prenotazioni sono completamente esaurite e il giorno 22 si toccherà il record di somministrazioni (tra prima e seconda dose), diversa è la situazione per il mese di agosto: dei 25mila slot aperti nelle scorse settimane per tutta la popolazione dai 12 anni in su, infatti, al momento ne risultano prenotati meno della metà, 11.800 circa. L'appello arriva dal direttore della Prevenzione dell'azienda sanitaria: «C'è ampia disponibilità di appuntamenti, invito quindi la popolazione a fissare il proprio tra il 5 agosto e l'8 settembre».

Lettere agli over 60

L'aumento dei contagi, per quanto contenuto ma comunque progressivo, ha spinto Ulss 3 a rivolgersi ancora una volta alla popolazione più fragile, quelle degli over 60, che con una nuova ondata di contagi sarebbe quella più a rischio. Nei prossimi giorni saranno inviate lettere di sollecito ai 28mila utenti più anziani non ancora vaccinati, così come agli estremamenti vulnerabili e disabili gravi che non hanno ancora fissato l'appuntamento per la prima somministrazione.

Nel frattempo l'azienda Serenissima ha avviato i dialoghi anche con le imprese strutturate per permettere ai dipendenti non ancora vaccinati di prenotarsi direttamente in sede e immunizzarsi poi nell'hub di riferimento: nel caso di Fincantieri, ad esempio, i lavoratori possono fissare l'appuntamento sul posto di lavoro e ricevere la somministrazione, nella data fissata, al PalaExpo, distante qualche centinaia di metri.

Vaccinazione ai marittimi

In questi giorni l'azienda ha anche ricevuto dagli armatori i primi elenchi di marittimi presenti a Venezia. Secondo le più recenti indicazioni, anche le persone di nazionalità straniera, a secondo del tipo di impiego e dell'entità della permanenza in Italia, potranno essere vaccinati nei centri di Ulss 3. «Abbiamo ricevuto gli elenchi, - ha rimarcato Sbrogiò - e ora potremo proporre la vaccinazione a quanti lo desiderano e non siano nella condizione di essere vaccinati nel proprio Paese».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Ulss 3: «Dal 5 agosto in poi 14mila appuntamenti disponibili»

VeneziaToday è in caricamento