menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oculistica Ulss4, boom di interventi. Si accelera sul punto di pronto intervento

Il dg Bramezza si dimostra soddisfatto del notevole incremento rispetto al 2016 (+600 interventi). "L'Oculistica si conferma un'eccellenza della nostra Azienda", ha commentato

L’oculistica dell’Ulss4 ha superato il traguardo dei 4300 interventi chirurgici nell’anno da poco concluso, incrementando l’attività di ben 600 interventi rispetto al 2016. "È stato un anno straordinario per questa unità operativa in quanto si è portato a termine l’innovazione di tutta la parte tecnologica chirurgica - spiega primario Giorgio Santin - Ciò è stato possibile grazie alla volontà della direzione generale dell’Azienda che ha effettuato importanti investimenti. Oggi le sale operatorie dell’oculistica possono contare su microscopi di ultima generazione con tecnologia per svolgere interventi di microchirurgia retinica. Il reparto è stato rinnovato per rendere i servizi più accessibili e per migliorare il comfort e la sicurezza dei pazienti".

Le innovazioni tecnologiche

Dallo scorso ottobre gli utenti dell’oculistica possono usufruire di nuove sale d’attesa con gigantografie di paesaggi, pareti tinteggiate di color lilla e molto altro. Ma la principale innovazione riguarda la tecnologia che ha acconsentito, nell’ambito della chirurgia vitreo retinica, l’impiego della tecnica microincisionale nel 99% dei casi: "Oggi la vitrectomia - osserva il dottor Santin - utilizza strumenti talmente miniaturizzati che la parete dell’occhio si chiude da sola senza la necessità di sutura. Il decorso postoperatorio è più rapido, meno fastidioso e i pazienti operati in anestesia locale per distacco di retina e patologia maculare vengono dimessi il giorno dell’intervento".

600 interventi in più del 2016

"Il risultato degli investimenti effettuati e il buon lavoro svolto dal dottor Santin e dalla sua equipe si riscontrano nella soddisfazione dei pazienti e nell’attività in forte aumento - rileva il direttore generale dell’Ulss4, Carlo Bramezza - Dall’analisi dell’attività emerge infatti che gli interventi alla retina sono passati dai 140 del 2016 agli oltre 200 del 2017; gli interventi di maculopatia dai 150 del 2016 sono ai 170 nel 2017; e hanno un trend ancora più marcato gli interventi di cataratta passati dai 1800 ai 2200 nel 2017. L’Oculistica si conferma un’eccellenza di questa Azienda".

Si accelera sul fronte punto di primo intervento

In contemporanea, Bramezza ha annunciato che Ulss4 e Amministrazione comunale stanno lavorando sodo per aprire entro l'estate il nuovo punto di primo intervento (Ppi) provvisorio a Ca' Savio. "C’è già un progetto, stiamo cercando di velocizzare più possibile tutte le pratiche burocratiche per avviare i lavori. Questa - ha spiegatoil dg - sarà una prima grande novità per i turisti e per la cittadinanza, dato che il Ppi sarà un punto di riferimento per risolvere problemi di salute non gravi, come patologie codificate in codice bianco e verde, e avrà personale interprete-amministrativo, mentre in precedenza nulla di tutto ciò non poteva essere fatto per l’assenza di un presidio attrezzato per prestazioni chirurgiche minori o per effettuare diagnostica strumentale  laboratoristica di base".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento