«Pagate o blocchiamo i lavori del Mose»: l'ultimatum delle imprese al Cvn

L'avvertimento: in mancanza di finanziamenti, tutte le attività saranno sospese a febbraio

Le imprese al lavoro sul Mose si lamentano per i mancati pagamenti e minacciano di fermarsi. In una lettera approvata dal comitato consultivo del Consorzio Venezia nuova e inviata agli amministratori, al provveditorato e ai ministeri, scrivono che «l'assenza dei necessari finanziamenti, nonché la mancata certezza degli effettivi termini di liquidazione delle attività ad oggi eseguite, si ripercuoterebbero in maniera assolutamente negativa sulla prosecuzione dei lavori, mettendo seriamente a repentaglio la continuità aziendale delle imprese coinvolte e, conseguentemente, il mantenimento degli attuali livelli occupazionali che ad oggi, vai bene sottolineare, consistono all'incirca in un migliaio di posti di lavoro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con la lettera si intende «in rappresentanza di tutta la compagine aziendale attualmente impegnata, chiedere formalmente la concreta ed urgente risoluzione dei problemi sopraesposti mediante la messa a disposizione, senza indugio alcuno, sia delle somme per i servizi già resi (in virtù dei protocolli di affidamento sottoscritti) e non ancora liquidati, sia delle somme necessarie al proseguimento ed alla conclusione dei lavori riguardanti il sistema Mose». «In mancanza di ciò, con la fine del prossimo mese di febbraio, verranno sospese tutte le attività operative in essere, garantendo esclusivamente le condizioni di minimo presidio», avvertono le imprese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

  • Un festival del cicchetto a Mestre: «Tradizione gastronomica, offerta turistica di qualità»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento