rotate-mobile
Cronaca Dolo

"Un calcio alla Mala del Brenta" Stadio gremito per attori e cantanti

Grande entusiasmo a Dolo per la partita tra Nazionale Cantanti e Affari Puliti. Presenti tanti personaggi dello spettacolo, mille persone in tribuna

Oltre mille persone sabato pomeriggio allo stadio “Walter Martire” di Dolo per dare “Un Calcio alla Mala del Brenta”. L’evento ha visto in campo la Nazionale Cantanti e la squadra dell’associazione “Affari puliti” con un obiettivo ben preciso: sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della legalità e ricavare fondi per completare “Il giardino della Legalità” nella villa a Campolongo dell’ex boss della Mala del Brenta, Felice Maniero. Oltre mille persone di ogni fascia d’età si sono riversate sulle tribune dell’impianto dolese fin dal primo pomeriggio.

La festa, come raccontano i quotidiani locali, è iniziata alle 16 con l’esibizione di FreeBoys e Radiodaf. Proprio i FreeBoys sono stati tra i più acclamati dalle tante ragazzine presenti. Grande ovazione pure per Paolo Belli, mentre le ragazzine erano in delirio per il vincitore di Sanremo Giovani 2012 A    lessandro Casillo.

Ma le ovazioni più grandi sono arrivate per i due capitani in campo, i due uomini-simbolo di questo evento riuscito alla grande: Enrico Ruggeri per i cantanti, l’attore Marco Paolini per il team di “Affari Puliti. A sorpresa è spuntato pure Neri Marcorè, già protagonista in campo nella Riviera nei mesi scorsi, che proprio in questi giorni sta girando un film in Veneto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un calcio alla Mala del Brenta" Stadio gremito per attori e cantanti

VeneziaToday è in caricamento