menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una classe di poeti di Portogruaro sale in cattedra anche a Bruxelles

Gli studenti della prima C della scuola media "Bertolini" di Portogruaro sono stati accolti dall'europarlamentare Zanonato. I giovani hanno posto l'accento sulle problematiche dei più giovani, analizzate nel loro libro "Nausicaa dai piedi di pinna"

Il 24 e 25 marzo scorsi Visystem Editore e la classe seconda P della Scuola Media IC "Bertolini" di Portogruaro hanno vissuto due giorni a Bruxelles, al Parlamento Europeo, dove sono stati accolti presso il Parlamentarium dall’europarlamentare Flavio Zanonato. L'esponente del Partito Democratico, ed ex ministro, aveva infatti invitato l’Istituto dopo essersi imbattuto nel lavoro "Nausicaa dai piedi di pinna” (edito da Vysistem Editore nel 2014): una miscellanea a cura del professor Renato Pauletto che propone i migliori interventi narrativo-poetici dei suoi alunni portogruaresi sul tema del 25esimo anniversario dalla firma della Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Hanno quindi raggiunto Bruxelles i professori Renato Pauletto, Vivian Dobosz, Luisa Bortolus, il dirigente Sandro Supino e l’editore Vincenzo Zollo. Durante l’incontro con Zanonato, i ragazzi hanno proposto delle tematiche di discussione circa i diritti dei fanciulli e degli adolescenti, dai drammi legati alle guerre, alla differenza delle culture e delle religioni, fino ai problemi derivanti dalle separazioni non pacifiche dei genitori. In chiusura, l'ex sindaco di Padova ha spiegato quali sono le iniziative in cantiere in seno all'Europarlamento per aggredire queste criticità, promettendo di raggiungere per promuovere e lanciare il progetto “Nausicaa dai piedi di pinna” su scala nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento