menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra i cartelli, a destra la pulizia del Comune

A sinistra i cartelli, a destra la pulizia del Comune

Lucchetti, settimana di resistenza Il Comune li toglie dall'Accademia

Sul ponte lunedì pomeriggio blitz degli addetti di Ca' Farsetti tronchesi in mano. Per una settimana faranno capolino i cartelli "Unlock Your Love"

Nel giorno in cui esordisce la settimana di "liberazione" dell'amore da ogni lucchetto o catena, in maniera ben più materiale il settore Manutenzione del Comune ha organizzato lunedì pomeriggio una campagna di pulizia del ponte dell'Accademia, luogo prediletto dalle coppiette per suggellare la propria relazione con un lucchetto d'amore, sulla scia dei romanzi di Federico Moccia. Naturalmente questo commercio sottobanco fa solo la felicità dei venditori abusivi, che stazionano poco distante in attesa di clienti (che non mancano).

Così verso le 15 gli addetti di Ca' Farsetti tronchesi alla mano hanno riempito almeno tre secchi di lucchetti, tranciandoli di netto. Una quantità di ferraglia ingente, che non può che simboleggiare quanto il comportamento dei turisti possa ferire la città. Per sensibilizzare i visitatori a tenere un comportamento corretto in laguna, lo scrittore Alberto Toso Fei e altri residenti hanno organizzato l'iniziativa "Unlock Your Love": per tutta la settimana verranno posizionati nei luoghi "sensibili" della città dei cartellini in più lingue, in cui è raffigurato un lucchetto a forma di cuore aperto, e in cui si spiega che il gesto compiuto è contro il buon senso e l'amore stesso. Si tratta di un gesto di "reazione attiva", dopo che Venezia è finita nel mirino delle cronache per un'estate di eccessi da parte dei turisti.

“E' un'ottima idea che ha l'appoggio pieno dell'amministrazione comunale - commenta il commissario Vittorio Zappalorto - Quello dei cosiddetti lucchetti dell'amore è un segno di inciviltà e di disprezzo per i monumenti storici della nostra città che sono rovinati da una ferraglia antiestetica e anche molto dannosa a causa della ruggine e degli ossidi che i lucchetti rilasciano col tempo. Cercheremo, nel limite del possibile - conclude - di togliere i lucchetti dai ponti, ma anche di sanzionare chi imbratta la città in questo modo, combattendo inoltre l'illegale commercio dei venditori abusivi che approfittano di questa barbara usanza per fare affari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento