menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna a casa in bici e finisce nel canale: 46enne ricoverato in gravi condizioni

Il salvataggio verso le 6.30 di domenica in via Giulia a Portogruaro. Il paziente si trovava in ipotermia per la permanenza prolungata in acqua. La segnalazione da un passante col cane

La segnalazione è arrivata alle forze dell'ordine poco prima delle 6.30 di domenica e parlava di un corpo forse privo di vita all'interno del canale che costeggia via Giulia a Portogruaro. A segnalarlo un residente che stava passeggiando col suo cane quando ancora tutt'attorno era il deserto, nel giorno di festa. La sua camminata si è conclusa in modo inaspettato: a un certo punto si è accorto di qualcosa che galleggiava nel corso d'acqua vicino.

Per raggiungerlo serve superare un argine di circa 3 metri, dunque comunque era a una certa distanza dal segnalatore. Quest'ultimo all'inizio pensa a qualche rifiuto lasciato da incivili, scambiando il giubbotto dello sventurato per un sacchetto di nylon. Poi capisce che invece si tratta di una persona e allerta le forze dell'ordine. Sul posto intervengono i carabinieri, che soccorrono un 46enne del posto, piuttosto conosciuto nei dintorni, sempre in giro in bicicletta.

E' difficile raggiungere il corpo e per questo motivo i sanitari del 118 allertano anche i vigili del fuoco, che aiutano gli operatori a raggiungere la zona delle operazioni e a recuperare lo sventurato. E' in stato di ipotermia. Viene subito stabilizzato e trasportato all'ospedale della città del Lemene, dove viene sottoposto agli accertamenti sanitari. Secondo le prime informazioni, il 46enne sarebbe rimasto in acqua per alcune ore. Per questo motivo le sue condizioni sarebbero piuttosto preoccupanti.

I carabinieri ritengono plausibile che quest'ultimo, dopo aver trascorso la serata in alcuni locali della zona, si sia incamminato verso casa in sella alla sua bicicletta. Nelle ore notturne, poi, una possibile perdita d'equilibrio e la caduta nel canale. Da dove non sarebbe più riuscito a risalire. L'attenzione nelle ore successive al salvataggio si è concentrata sull'ospedale, dove le condizioni dell'infortunato sono seguite passo, passo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento