rotate-mobile
Cronaca San Polo / Canal Grande

Gondolieri salvano un turista in acqua in Canal Grande

Domenica poco prima delle 14. L'uomo immerso non intendeva aggrapparsi ai salvagenti lanciati dagli uomini dell'Actv. Alvise e Riccardo del traghetto di San Tomà dopo una trattativa lo tirano su in barca e lo portano a terra evitando il peggio

Salvano un uomo dalle acque gelide del Canal Grande e lo affidano alle cure dei soccorsi evitandogli il peggio. Tutto è successo domenica, prima delle 14. Alvise e Riccardo, gondolieri del traghetto in servizio a San Tomà, si erano appena spostati da una riva all'altra ed erano a terra quando hanno cominciato a sentire, proprio di fronte alla Ca' Foscari, un gran rumore di clacson provenire da due vaporetti. Doveva essere successo qualcosa, pensano. Immaginano lì per lì una collisione fra i mezzi, invece osservando si accorgono che c'è la testa di un uomo in acqua. 

«Ho detto subito al mio collega, "Riccardo tiriamolo su con la barchetta", l'abbiamo slegata e lo abbiamo raggiunto». La piccola imbarcazione si avvicina alla persona immersa in canale, i giovani gondolieri sono pronti a tirarlo su ma l'uomo, seppur in difficoltà, rifiuta l'aiuto. «Dai vaporetti avevano lanciato i salvagenti ma quel signore non voleva aggrapparsi. Allora abbiamo cominciato con lui una trattativa». I gondolieri ci parlano, capiscono che quell'uomo che parla inglese a stento è spaesato e in difficoltà. Per questo pensano sia necessario farsi coraggio e prenderlo su per metterlo in salvo prima che sia troppo tardi. La temperatura dell'acqua non gli avrebbe infatti consentito di rimanere in quello stato ancora a lungo, senza conseguenze.

«Stava diventando viola - racconta ancora Alvise - La situazione era complicata. Ma appena quello ha tirato fuori una mano dall'acqua io e il mio collega l'abbiamo alzato, l'abbiamo afferrato per la cintola dei pantaloni e lo abbiamo tirato su in barca». Il peggio sembra essere passato. L'uomo raggiunge la riva con i gondolieri, lo mettono a terra, gli levano i vestiti bagnati e lo mettono a sedere in stazio con una coperta. «Era al sicuro ma abbiamo capito che era in difficoltà. Dai tratti somatici sembrava avere origini latine, forse era sudamericano. Poco dopo sono arrivati il Suem e la polizia locale e l'abbiamo affidato alle cure del 118». Non è chiaro se l'uomo si sia lanciato da un vaporetto o sia caduto in qualche altro modo. Il personale dell'Actv ha visto l'uomo quando era già in laguna segnalando la presenza del pericolo ed evitando il passaggio di altri natanti prima dell'arrivo dei vigili. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gondolieri salvano un turista in acqua in Canal Grande

VeneziaToday è in caricamento