Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Tessera

Un uomo in arresto cardiaco soccorso all'aeroporto di Venezia

Un settantenne si è ripreso dopo mezz'ora di manovre salvavita e scariche col defibrillatore. A correre in suo aiuto sono stati due finanzieri e un'infermiera. Alla fine è stato portato all'ospedale

L'esterno dell'aeroporto (foto d'archivio)

Un lungo intervento di rianimazione è stato effettuato ieri pomeriggio all'esterno dell'aeroporto di Venezia. Tutto è iniziato quando un uomo di circa settant'anni si è improvvisamente accasciato a terra, verso le 15, nell'area davanti all'ingresso della sala arrivi: la scena è stata vista da diversi passanti e tra i primi ad intervenire in soccorso dell'uomo c'è stata un'infermiera in servizio alla postazione tamponi dell'Ulss, subito seguita da due finanzieri che stavano svolgendo pattugliamento in borghese e che sono stati allertati da altre persone presenti.

I soccorritori hanno verificato che non c'era più battito e hanno iniziato a praticargli le manovre salvavita. I due finanzieri si sono alternati nel massaggio cardiaco fino all'arrivo dei mezzi del 118: a quel punto l'uomo a terra è stato defibrillato più volte finché, finalmente, il cuore ha ripreso a battere. Una volta intubato e stabilizzato è stato portato via in ambulanza. Assieme a lui c'era la moglie, che ha assistito con angoscia a tutte le fasi del salvataggio: i due, di nazionalità italiana, avrebbero dovuto prendere un volo in partenza dal Marco Polo.

Sarà necessario attendere le prossime ore per conoscere l'evoluzione dello stato di salute del settantenne. I soccorsi gli hanno permesso di sopravvivere ma le sue condizioni sono delicate: al momento è ricoverato all'ospedale all'Angelo, in rianimazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un uomo in arresto cardiaco soccorso all'aeroporto di Venezia

VeneziaToday è in caricamento