Cronaca Spinea / Villaggio dei Fiori

"Mi hanno dato fuoco!", gravissimo con ustioni su quasi tutto il corpo

Indagini a Villaggio dei Fiori. Un 55enne ha chiesto aiuto preda delle fiamme. Si esclude la presenza di altre persone nella sua casa

"Aiutatemi! Mi hanno dato fuoco!". La vicina di casa, uscita sul pianerottolo, deve aver avuto davanti agli occhi una scena terribile. Un inquilino della sua stessa palazzina Ater di Villaggio dei Fiori a Spinea, infatti, si trova ora ricoverato al reparto Grandi Ustionati di Padova in gravissime condizioni, con ustioni di secondo e terzo grado su quasi il novantacinque per cento del corpo.

Un quadro clinico molto pesante, tant'è vero che i sanitari sono dovuti ricorrere alla ventilazione artificiale, dopo un'operazione cui il 55enne è stato sottoposto venerdì mattina. Cosa sia successo all'interno dell'appartamento dove si è sviluppato il rogo non è dato ancora sapere, e quella frase urlata dallo sventurato ha indotto i carabinieri, intervenuti verso le 4 della notte tra giovedì e venerdì assieme ai sanitari del 118, a effettuare accurati sopralluoghi anche l'indomani, in modo da scartare senza ombra di dubbio la possibilità che qualcun'altro potesse essere presente nell'abitazione al momento dell'allarme.

E' stato trovato in casa anche il contenitore di liquido infiammabile (impossibile nell'immediatezza stabilire se si sia trattato di alcol o qualcos'altro) che ha poi causato la scintilla "fatale". Una volta che il fuoco ha raggiunto il 55enne, quest'ultimo è uscito sul pianerottolo per chiedere aiuto. Urlando. Non sarebbe stata la prima volta, però, che l'inquilino, noto ai servizi sociali, andava in escandescenze. Cosicché alcuni dirimpettai non sarebbero intervenuti subito, a differenza di una signora che ha intuito che l'allarme era reale.

Il ferito è stato prima trasportato in ambulanza all'ospedale di Mirano, dopodiché è stato trasferito a Padova. Per quanto riguarda le indagini, tutte le motivazioni dell'accaduto rimangono per ora aperte. Potrebbe infatti essersi trattato di un banale incidente, oppure, come appare più plausibile, di un atto autolesionistico magari non del tutto "volontario". Alla luce anche di quella frase ("mi hanno dato fuoco") urlata tra gli spazi comuni del palazzo. Ma che ci fossero altre persone nell'abitazione a quell'ora della notte gli accertamenti dei militari tenderebbero a escluderlo in maniera categorica. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi hanno dato fuoco!", gravissimo con ustioni su quasi tutto il corpo

VeneziaToday è in caricamento