Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Il dottor Lucio Brollo è il primo vaccinato dell'Ulss 4

La vaccinazione inizia con una raccolta dati del paziente, poi la prima iniezione e la seconda a distanza di 21 giorni. Il vaccino è efficace a una settimana dalla seconda somministrazione

Primo giorno di vaccinazione all'Ulss 4

Con l'iniezione effettuata sul braccio sinistro del dottor Lucio Brollo, direttore del reparto Malattie infettive al Covid hospital di Jesolo, è stata avviata la campagna vaccinale contro il coronavirus nel territorio dell'Ulss 4 Veneto Orientale. «Una giornata storica – ha esordito il direttore generale dell'Ulss 4, Carlo Bramezza - . Da oggi proseguiamo senza sosta con una media di circa 1.450 vaccini a settimana. Si inizia con il personale medico e sanitario, poi quello delle case di riposo, la popolazione fragile e poi il numero più elevato possibile di residenti. L'obiettivo è arrivare a completare la vaccinazione entro settembre 2021».

Le prime 45 dosi di vaccino sono arrivate all'ospedale di Jesolo alle 11.35 scortate da una pattuglia della polizia, sono state consegnate al direttore della farmacia ospedaliera, dottor Alessandro Dorigo, il quale ha il compito di stoccare i vaccini dall’arrivo alla distribuzione per la somministrazione, garantendo il rispetto dei vari cicli di temperatura che ne garantiscono l’efficacia. Il primo a vaccinarsi è stato dunque il dottor Brollo: «Finalmente iniziamo - ha commentato - auspico che questo gesto possa essere replicato più possibile». «Tanto abbiamo fatto noi per salvare vite umane e tanto ancora dovremo fare perché ci sono ancora molti aspetti che non conosciamo di questo virus – ha continuato Brollo - come ad esempio gli effetti invalidanti che potrà determinare, e molto altro. Oggi è comunque una giornata di festa perché guardiamo ad un futuro con la speranza concreta di sconfiggere questa pandemia». Il dottor Lorenzo Bulegato ha spiegato le modalità di effettuazione del vaccino che inizia con una raccolta dati del paziente, poi la prima iniezione all'altezza del muscolo deltoide del braccio, la seconda iniezione a distanza di 21 giorni. Il vaccino sarà efficace dopo una settimana dalla seconda somministrazione.

«La politica deve fare la sua parte – ha detto il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia – non appena possibile farò anche io il vaccino e spero vivamente che tutti gli jesolani lo facciano per proteggere la comunità». «È un giorno di speranza e di ringraziamento a tutto il personale medico e sanitario che si è preso in cura e ha dato una risposta efficace ai veneti – ha aggiunto l’assessore regionale al Bilancio, Francesco Calzavara - . Ci auguriamo di trascorrere una primavera di rinascita sia per Jesolo che in tutto il Veneto, perché ne abbiamo bisogno noi cittadini, l'economia, mentre per la nostra regione che ha dimostrato ancora una volta di avere una sanità di eccellenza». Dopo il dottor Brollo si sono vaccinati la dottoressa Elena Momesso del reparto Terapia Intensiva al Covid hospital di Jesolo e il dottor Lerri Sebastiano Barbaro del pronto soccorso di San Donà di Piave. Gli altri 42 vaccini verranno somministrati in giornata ad altro personale medico ed infermieristico dell’Ulss 4.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dottor Lucio Brollo è il primo vaccinato dell'Ulss 4

VeneziaToday è in caricamento