Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

In otto ore vaccinati 60 senzatetto mestrini

Si sono sottoposti tutti volontariamente anche al tampone rapido, nessuno di loro è risultato positivo

In otto ore l’Ulss 3 ha vaccinato 60 senzatetto. Tra le 9 e le 17 della giornata di oggi si sono volontariamente protetti contro il Covid e si sono sottoposti a tampone, all’ombra della chiesa del Sacro Cuore di Mestre. Nessuno di loro è risultato positivo al test rapido.

Su 170 senza fissa dimora del territorio di Mestre individuati dall’azienda sanitaria veneziana con l’aiuto di Caritas e assessorato alla coesione sociale del Comune, 60 clochard hanno accolto l’invito di Ulss 3, Patriarcato e Comune a usufruire della prima protezione vaccinale, riproposta per loro tra poche settimane, in occasione del richiamo. A 50 di loro è stato inoculato il vaccino Moderna, poiché sotto i sessant’anni o risultati non idonei al vaccino a vettore virale in sede di anamnesi. Ai restanti ultrasessantenni è stato somministrato il monodose J&J.

A presentarsi all’interno dei due ambulatori mobili dell’azienda sanitaria, che hanno sostato nell’ampio giardino, non sono stati solo i senza fissa dimora, ma anche persone indigenti, residenti o meno, che usufruiscono abitualmente delle mense per i poveri della città. Due su tre non erano in possesso di documenti sanitari, motivo per cui da settimane ormai l’azienda sanitaria si è messa al lavoro riuscendo a superare l’ostacolo burocratico della somministrazione vaccinale in assenza di tessera sanitaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In otto ore vaccinati 60 senzatetto mestrini

VeneziaToday è in caricamento