In valigia 790mila euro diretti a Hong Kong: fermata passeggera al Marco Polo

La donna, di nazionalità cinese, è stata sorpresa nel corso di un servizio dell'agenzia delle dogane e della guardia di finanza di Venezia. Indagini per capire la natura del denaro

In valigia aveva una vera e propria fortuna non dichiarata. Nei giorni scorsi i funzionari dell'ufficio delle dogane in servizio all'aeroporto Marco Polo di Venezia, in collaborazione con i militari della guardia di finanza, hanno scoperto e sequestrato la bellezza di 790mila euro occultati all'interno dei bagagli di una passeggera di nazionalità cinese.

Denaro sequestrato

La donna, che non aveva dichiarato il denaro contante, stava cercando di trasportare illecitamente i blocchi di banconote di vario taglio al di fuori del territorio italiano, con destinazione Hong Kong. Le somme sono state sequestrate a fini penali e amministrativi. Da una parte per l'ipotesi di violazione del testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, dall'altra per violazione della normativa valutaria. Le posizioni sono al vaglio dell'autorità giudiziaria lagunare, per appurare quale sia l'origine dei capitali che stavano per essere esportati all'estero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento