rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Tessera

Carico "pesante" in valigia: scoperto all'aeroporto con 250mila euro non dichiarati

Fermato al Marco Polo di Venezia un uomo che stava per espatriare con la valuta illegale. Operazione dell'Ufficio delle dogane e della guardia di finanza. Metà denaro sequestrato

Cercava di andarsene dall'Italia con 251.900 euro in valigia senza averli dichiarati. Il suo tentativo, però, è stato scoperto dai funzionari dell’Ufficio delle dogane di Venezia in servizio all'aeroporto Marco Polo di Tessera, in collaborazione con i militari della guardia di finanza. È successo mercoledì scorso: il denaro è stato individuato, con l'aiuto dei cani addestrati, all'interno del bagaglio di un passeggero nigeriano residente in Italia e in partenza con un volo per Lagos.

Denaro di origine criminale

Al termine degli accertamenti, così come previsto dalla normativa valutaria (che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante pari o superiore a 10mila euro), si è proceduto al sequestro del 50% dell’eccedenza, ovvero a 120.950 euro. "Sorprese" del genere capitano periocamente allo scalo aeroportuale: gli spalloni le tentano tutte peruscire dal Paese (o entrarci) con valuta non dichiarata, nascondendola con i sistemi più ingegnosi. Secondo gli ultimi dati forniti dalle fiamme gialle (luglio 2017), al Marco Polo, nel giro di 12 mesi, erano stati scoperti 25 milioni di euro trasportati illegalmente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carico "pesante" in valigia: scoperto all'aeroporto con 250mila euro non dichiarati

VeneziaToday è in caricamento