rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca Chioggia / Calle Biseghella

Gasolio sulla porta della sede del comitato Anpi: «Grave intimidazione»

L'episodio scoperto questa mattina, sabato 22 ottobre, nella sede di Chioggia

Ieri in tarda serata ignoti hanno versato del liquido infiammabile, nello specifico del gasolio, contro la porta della sede del comitato Anpi di Chioggia, in calle Biseghella. Il fatto è stato scoperto questa mattina dal segretario, Giorgio Varisco, mentre apriva la sezione come ogni giorno. Il segretario ha informato dell’accaduto il commissariato, che ha mandato alcuni agenti per un sopralluogo, mentre i vigili del fuoco hanno provveduto a bonificare l’area. Lunedì verrà sporta denuncia contro ignoti.

«Si tratta di una grave intimidazione, che va a colpire l’attività del comitato Anpi nel momento in cui intensifica gli sforzi per la memoria, i diritti e la difesa della Costituzione nata dalla resistenza antifascista - dicono dall'Anpi -. Evidentemente chi ha lanciato questo segnale è disponibile ad andare oltre, sentendosi magari circondato da un clima divenuto favorevole in città e nel Paese. Ringraziamo per la solidarietà ricevuta il presidente del consiglio comunale Beniamino Boscolo, Barbara Penzo a nome del Partito Democratico di Chioggia, il circolo Auser di Sottomarina, la presidenza del comitato federale dell'ANPI, e comunichiamo a tutta la cittadinanza che le nostre battaglie continueranno come e più di prima». 

«Esprimo piena solidarietà all’Associazione partigiani di Chioggia - ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia -. Un atto intimidatorio come quello successo nella città lagunare va condannato e non va mai giustificato: pertanto non c’è un se e non c’è un ma. La civile convivenza la si costruisce partendo da un presupposto di rispetto reciproco e quando non c’è rispetto, purtroppo, accadono fatti deplorevoli come questo. Auspico che gli inquirenti trovino quanto prima i responsabili». Anche la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, Erika Baldin, ha espresso la propria solidarietà al comitato Anpi. «Un fatto preoccupante – ha detto Baldin – anche per la stretta contiguità temporale con analogo fatto, avvenuto a Jesolo nei giorni scorsi, dove ignoti hanno colpito una lapide che recava il logo dell’Anpi assieme a quello di altre associazioni». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gasolio sulla porta della sede del comitato Anpi: «Grave intimidazione»

VeneziaToday è in caricamento