menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le scritte sui muri della scuola (Facebook)

Le scritte sui muri della scuola (Facebook)

Vandali scatenati alla "Vettor Pisani", danni e muri imbrattati

Mercoledì la scoperta dell'intrusione. Danneggiati i registri scolastici, seminando in giro scritte sataniche e contro le forze dell'ordine

Entrano nella scuola nella notte che precede la chiusura dell'anno scolastico e si lasciano andare ad atti di vandalismo anche piuttosto pesanti. Tra registri distrutti, danni alle strutture e soprattutto scritte che oscillano tra il satanismo e l'odio per le forze dell'ordine. Qualche giovane, magari ex studente dell'istituto comprensivo "Vettor Pisani" di via Sandro Gallo al Lido di Venezia, ha sfogato tutta la propria rabbia e inciviltà nei confronti del plesso scolastico, senza risparmiare nulla. A essere imbrattate dalle scritte, partendo da "Devil", passando per "666" e concludendo con "Acab" (l'acronimo internazionale contro la polizia) le aule degli studenti e anche quella dei professori.

Ma le bombolette di vernice nera sono state utilizzate pure nei corridoi e nei bagni, dove in alcuni casi sono stati trovati alcuni registri scolastici e materiali didattici. Insomma, un raid bello e buono di ragazzi che in questo modo hanno dimostrato non certo coraggio bensì poca intelligenza. Il giorno seguente, mercoledì, a scoprire l'intrusione è stato il personale scolastico, con gli studenti che al posto di festeggiare l'ultimo giorno di scuola si sono ritrovati a immortalare con i telefonini i segni dell'intrusione di poche ore prima dei vandali. Dell'accaduto sono stati informati anche i carabinieri della stazione locale, che mercoledì hanno effettuato un sopralluogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento