menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vandali scatenati con la Società Velica: due gommoni squarciati

Non c'è pace per la storica associazione di Caorle: dopo le auto strisciate e la bandiera tagliata, un altro inspiegabile gesto nella notte

Società Velica di Caorle nel mirino dei vandali: semplice ignobile bravata oppure dietro c’è dell’altro? I carabinieri indagano, intanto restano i danni. Sabato notte ignoti hanno squarciato due gommoni utilizzati per l’assistenza alle squadre agonistiche, lunghi rispettivamente 4.5 e 5.5. metri. Come riporta Il Gazzettino, erano collocati nei pressi della rampa che serve a mettere in acqua le imbarcazioni. Qualcuno ha preso un coltello decidendo di squarciarli, all’apparenza senza motivo.

Tagli anche da venti centimetri per un totale di almeno cinquemila euro di danni. L’amara sorpresa è stata scoperta domenica mattina da un istruttore che avrebbe dovuto accompagnare la squadra giovanile ad una regata nei pressi di Chioggia. Immediatamente allertate le forze dell’ordine, tra i vertici della Società Velica c’è grande fastidio ma anche forte preoccupazione, visto che quello di sabato notte non è affatto il primo raid vandalico di questo genere.

Sono mesi che i vandali colpiscono i mezzi della Società. Lo scorso fine settimane, ad esempio, il direttivo aveva trovato il furgone utilizzato per il trasporto delle squadre agonistiche  con danni alle fiancate ed al paraurti anteriore. Anche l’auto del presidente è stata strisciata, la bandiera era stata invece tagliata. Risulta difficile pensare ad una bravata fine a sé stessa, ma il giallo resta. Chi ce l’ha con la Società Velica? E per quale motivo?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento