Incontro a Roma per la variante alla statale 14: lavori nel 2022

Il sindaco di San Donà dice che sono emerse buone notizie. Anas ha predisposto la documentazione per il ministero dell'Ambiente

L'attuale imbocco di via Armellina

Il sindaco di San Donà di Piave, Andrea Cereser, ha incontrato oggi a Roma il sottosegretario al ministero delle Infrastrutture Salvatore Margiotta per fare il punto sull'intervento della variante alla SS14, la strada statale "della Venezia Giulia". Il sindaco ha comunicato che dall'incontro sono emerse «buone notizie per la viabilità del territorio»: «Abbiamo avuto conferma - spiega - che i soldi necessari all’opera, circa 42 milioni di euro, sono stati stanziati e sono vincolati alla realizzazione dell'opera, che la città attende da tempo».

Lavori nel 2022

«L’obiettivo - continua - è predisporre la gara entro la fine del 2021, per iniziare i lavori nel 2022. Si tratta di una variante importante, che coinvolge sia i flussi turistici che attraversano il territorio sia la viabilità di più corto raggio per motivi lavorativi, scolastici o di altro genere». Anas, che gestisce l'opera, ha già predisposto la documentazione che verrà inviata al ministero per l’Ambiente per la necessaria valutazione. Dopodiché si svolgerà la conferenza dei servizi e finalmente partirà la gara per affidare la progettazione esecutiva dei lavori.

Via per il mare

Il programma dei lavori prevede la realizzazione in due stralci consecutivi: il sovrappasso sulla rotonda adiacente al centro commerciale Piave, e la viabilità parallela all’attuale via Armellina, sulla destra del Piave. Si tratta di un importante asse viario verso il mare, progettato per liberare da automezzi e inquinamento una parte importante di San Donà. È un’opera che potrebbe aiutare a risolvere il problema della viabilità costa-entroterra, visto che uno dei suoi stralci principali è il collegamento con la rotonda di Passarella, che dista solo pochi chilometri dalla costa jesolana.

Cavalcavia sulla Triestina

L’intervento, come detto, è costituito da due ambiti distinti ma complementari. Il primo prevede lo scavalcamento della Triestina a Calvecchia, con un cavalcavia realizzato sopra la rotonda Ipercoop. Lambendo i centri commerciali avrà una lunghezza totale di oltre un chilometro. Il sovrappasso garantirà un collegamento veloce, attraverso il ponte dei Granatieri, dall’autostrada alle spiagge. Il traffico dal casello di Noventa, quindi, potrà evitare le lunghe code estive, passando sopra la statale. Già una parte dei lavori sono stati realizzati.

Asse parallelo a via Armellina

Il secondo riguarda la realizzazione di un asse di comunicazione parallelo a via Armellina, strada particolarmente congestionata dal traffico verso il mare. La nuova strada si svilupperà per 3,5 chilometri dalla rotatoria di Passarella a Caposile. A Caposile, per raccordare la nuova opera con la Provinciale 47 (via Piave Vecchia) e la Regionale 43, verrà realizzata una rotatoria. Sarà un asse molto largo, con due corsie di 3,75 metri di larghezza, affiancate da banchine di 1,5 metri. Priva di incroci a raso, per non interferire con la rete di viabilità agricola della zona, la via verrà dotata di tre sottopassaggi per i mezzi agricoli e la viabilità ordinaria.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento