rotate-mobile
Cronaca

Consiglio metropolitano: 2,7 milioni di euro per piste ciclabili, mezzi e manutenzioni

Approvata venerdì la variazione di bilancio. «La gestione di questo ente è un caso unico in Italia»

Il Consiglio metropolitano ha approvato venerdì una variazione di bilancio che mette 2,7 milioni di euro a disposizione per piste ciclabili, acquisto di nuovi mezzi pubblici, manutenzioni di strade e scuole della Città metropolitana. Approvati all’unanimità i tre ordini del giorno.

I fondi

Un risultato a cui si è giunti grazie alle entrate derivanti da trasferimenti regionali, 2,7 milioni di euro, di cui 2,4 da destinare alle aziende di trasporto pubblico locale e che verranno utilizzati per  il rinnovo di automezzi sia di Atvo che di Actv. Ulteriori 240 mila euro derivano, invece, dall’approvazione di un progetto comunitario a cui partecipa la Città metropolitana di Venezia come partner denominato “Icarus” relativo alla mobilità sostenibile e che si pone come obiettivo quello di migliorare le connessioni intermodali alla costa per i cittadini e turisti provenienti dall’entroterra. 

«Caso unico»

«La gestione di questo ente è un caso unico in Italia – ha spiegato il sindaco metropolitano Luigi Brugnaro -. Altri colleghi sindaci non ci credevano quando lo raccontavo. I bilanci e i milioni in più che entrano in cassa e che gestisce la nostra ragioneria, non sono frutto di tassazione ma di una buona gestione. Abbiamo lavorato dando priorità al bilanci, gestendo partite come la cessione delle quote della Save e la manutenzione delle scuole, dei ponti e delle strade, mettendo mano ad ambiti che da anni non registravano interventi».

Icarus

Il progetto prevede anche investimenti in acquisto di rastrelliere per biciclette da collocare nelle stazioni ferroviarie di San Donà di Piave e Punta Sabbioni. È poi è previsto l’acquisto di due rack da collocare all’esterno degli autobus di linea (Atvo) per favorire, per la prima volta sul territorio metropolitano, la possibilità di caricare la propria bici sui mezzi del trasporto pubblico. Un’altra maggiore entrata di 74.844,00 euro deriva da somme introitate dal Comune di Camponogara su violazioni codice della strada, che per convenzione possono esser riversate alla Città metropolitana e destinate a interventi di manutenzione straordinaria su strade provinciali che insistono nel Comune di Camponogara.

La ripartizione delle altre risorse

La variazione approvata dal Consiglio metropolitano prevede, inoltre, che ulteriori 242.000 euro derivanti dal risparmio su gara assicurazioni per 192 mila euro, e risparmi spesa personale dirigenti per 50 mila euro vengano così suddivisi: 70.000 euro per integrare una nuova voce di bilancio, manutenzione ordinaria su immobili concessi in locazione alla Città metropolitana di Venezia, al fine di consentire di siglare con il Comune di Venezia, una concessione annuale per utilizzo, previa relativa manutenzione, di spazi prestigiosi (circa 550 metri quadrati) all’interno dell’Arsenale di Venezia, da destinare, per alcuni periodi dell’anno, a specifici laboratori di studio per studenti del polo nautico di Venezia e, per altra parte dell’anno, a manifestazioni di carattere promozionale delle attività produttive, museali e culturali dell’area metropolitana di Venezia. Altri 5.000 euro sono stanziati per il compenso del collegio dei revisori per il triennio 2019/2021, 49.000 da utilizzare per la manutenzione scolastica con interventi urgenti di sostituzione  serramenti al Volterra di San Donà di Piave, come richiesto dal dirigente del servizio edilizia scolastica, e 118.000 andranno, infine, ad integrazione del fondo di riserva.

Altre spese

La delibera approvata oggi dal Consiglio metropolitano dà copertura anche nel 2021 ad uno studio di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento denominato “Completamento percorso ciclabile da Portegrandi a Ca’ Sabbioni, nel Comune di Quarto d’Altino, Marcon e Venezia” del valore di 3milioni, già previsto nell’attuale piano triennale opere pubbliche per il biennio 2019 e 2020, per un importo complessivo di 2 milioni di euro. Approvato anche l’adeguamento del piano triennale delle opere pubbliche per dare copertura ai maggiori oneri previsti per la ristrutturazione del liceo Montale di San Donà di Piave (previste 16 nuove aule e 1 nuova palestra con tribuna), quantificati in 1,2 milioni di euro, di cui 200 mila posti a carico del Comune di San Donà (in corso di reperimento da parte del Comune) e 1 milione a carico della Città metropolitana di Venezia.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio metropolitano: 2,7 milioni di euro per piste ciclabili, mezzi e manutenzioni

VeneziaToday è in caricamento