rotate-mobile
Cronaca Marghera / Via Elettricità

Gli stilisti salvano il Comune? Ca' Farsetti vende le terre a Pierre Cardin

Il tentativo è di mettere a bilancio circa 35 milioni di euro dalla cessione delle aree in cui sorgerà il Palais Lumiere. Per non sforare il Patto di stabilità, però, mancano ancora tanti soldi

Gli stilisti salveranno il bilancio del Comune di Venezia? Se l'anno scorso fu il turno di Prada, che rimpinguò le casse di Ca' Farsetti, ora potrebbe essere il turno di Pierre Cardin e il suo Palais Lumiere. Sono avviate le trattative per vendere all'imprenditore transalpino le terre di proprietà comunale di Marghera dove sorgerà il grattacielo che tanto ha fatto discutere associazioni e storici dell'arte. E' corsa contro il tempo, infatti, per mettere a bilancio quei 30 o 35 milioni di euro prima della fine dell'anno, per tentare di non sforare il patto di stabilità. Non basterà. Perché la somma che manca all'appello è molto superiore (sui cento milioni di euro), ma potrebbe essere un inizio.

La giunta Orsoni, infatti, intende chiedere al governo i cinquanta milioni di euro della Legge speciale promessi ma mai arrivati in Laguna. E se "fisicamente" non ci sono, il compromesso potrebbe comunque essere raggiunto ottenendo da Roma il riconoscimento del credito, così da poterlo conteggiare a fine anno.

Ca' Farsetti e Pierre Cardin, in ogni caso, hanno fretta. Chi per motivi finanziari, chi per motivi economici (l'imprenditore ha 90 anni). Il Comune vorrebbe vendere subito i suoi 19 ettari di terreno (poco meno del 10 per cento). Poi la partita degli espropri dovrà coinvolgere molti altri privati, soprattutto imprenditori. Non sarà una partita semplice.

In più la giunta Orsoni potrebbe tentare di incassare, in questo caso solo a costruzione ultimata, gli oneri di costruzione. Una somma il cui valore viene calcolata in base al costo della costruzione e alla destinazione d'uso.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli stilisti salvano il Comune? Ca' Farsetti vende le terre a Pierre Cardin

VeneziaToday è in caricamento