menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evade dai domiciliari per vendere abiti taroccati in spiaggia, arrestato di nuovo

Un 36enne bloccato dalla polizia a Sottomarina. È stato sorpreso in spiaggia, invece avrebbe dovuto essere nella sua abitazione di Padova. Sequestrata tutta la merce che aveva con sé

Sulla spiaggia per vendere capi di abbigliamento contraffatti mentre era condannato agli arresti domiciliati. Si era posizionato nella zona dello stabilimento balneare “Naviglio” di Sottomarina il cittadino senegalese K.A., 36enne: provvisto di due borsoni colmi di vestiario con false griffe, è stato fermato e controllato dai poliziotti del commissariato di Chioggia nella giornata di lunedì.

Gli accertamenti hanno permesso di verificare che l'uomo si era reso responsabile del reato di evasione, visto che a suo carico risultava un provvedimento di detenzione domiciliare emesso dal tribunale di Sorveglianza di Venezia per altri crimini commessi in precedenza: avrebbe dovuto scontare nella sua abitazione di Padova la pena di 1 anno e 10 mesi, con scadenza a maggio 2018.

A quel punto per lui sono scattate le manette. Espletate le formalità di rito, è stato trattenuto negli uffici della questura in attesa della direttissima di martedì, al termine della quale è stato rimandato ai domiciliari. I fatti accertati nel frattempo sono stati segnalati al tribunale di Sorveglianza, competente in materia, per la valutazione dell'eventuale inasprimento della detenzione e il conseguente trasferimento in carcere. Inoltre l'uomo è stato denunciato per il possesso e commercio degli articoli taroccati, mentre la mercanzia è stata sequestrata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento