menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Piaga" abusivi pure a Sottomarina Sedici vu cumprà fermati, 3 espulsi

Controlli interforze venerdì sull'arenile clodiense. Sequestri di borse contraffatte e di merce irregolare. "Volano" multe e denunce in spiaggia

Continuano i controlli sulle spiagge veneziane contro i venditori abusivi. A Sottomarina venerdì mattina polizia, carabinieri, guardia di finanza, guardia costiera, polizia provinciale e polizia locale hanno stretto le maglie sul litorale nei confronti della piaga del commercio irregolare di merce non in regolare o contraffatta sulle spiagge. Al termine del pattugliamento, durato alcune ore, sono stati sorpresi in tutto sedici venditori in azione. Tra loro persone di nazionalità senegalese, nigeriana, marocchina, sudanese, pachistana e bengalese.

Tre i clandestini, due senegalesi di 33 e 47 anni e un nigeriano di 25, individuati da carabinieri e polizia provinciale. I sequestri, come spesso accade, sono stati ingenti: tolte dal commercio ventuno borse contraffatte, 300 cover per cellulare, duemila braccialetti, 68 paia di occhiali, 56 cappellini, una decina di braccialetti brasiliani, giubbotti, bandane, anelli, portafogli, circa 150 foulard, una macchina da cucire manuale. Nel corso dei controlli sono stati trovati anche nove borsoni di merce abbandonata (evidentemente gli abusivi in questi casi avevano mangiato la foglia). Cinque dei fermati sono stati anche multati. I cittadini non in regola sul territorio nazionale sono stati naturalmente espulsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento