menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusivi fuggono nel negozio e travolgono la titolare a San Marco

La donna martedì è stata medicata al punto di primo soccorso della piazza. La sorella: "Situazione ingestibile". Professore minacciato

"Se ci fossero stati dei bambini o altre persone in mezzo sarebbe potuta finire molto peggio. E' incredibile che nemmeno nel proprio negozio ci si possa sentire sicuri". A parlare è la sorella della titolare del negozio di San Marco che martedì è stata travolta da tre venditori abusivi in fuga, rincorsi da due agenti della polizia municipale: "Erano in tre, forse bengalesi - spiega la donna - l'ultimo non è riuscito a evitare mia sorella, che è caduta a terra sbattendo la spalla a terra. L'abbiamo accompagnata al punto di primo soccorso di piazza San Marco, dove gli è stata diagnosticata una prognosi di tre giorni. Ma avrà bisogno di altri accertamenti, perché il dolore è ancora forte".

Il negozio è finito nel mirino dei tre bengalesi perché dotato di due entrate: i fuggitivi sono entrati da calle degli Specchieri e sono usciti su campiello San Zulian. Sempre inseguiti dalle forze dell'ordine. "La situazione è diventata ingestibile - incalza la negoziante - sono troppi. Eravamo nel nostro negozio, non all'aperto".

Un altro testimone è Alessandro Tamborini, professore residente in zona San Marco: "I fuggitivi mi hanno travolto al pari di alcuni turisti in campo San Zulian, creando panico e allarme tra i presenti - racconta - Ho riportato lievi ferite nella colluttazione con uno degli abusivi". Il cattedratico racconta anche di un altro episodio che ritiene esemplificativo della gravità del problema:  "Sempre martedì siamo stati aggrediti verbalmente da un gruppo di abusivi sul ponte di fronte al Danieli per aver osato intervenire in aiuto a due turiste americane, di avanzata età, che erano state circondate dagli abusivi e quasi coercizzate all’acquisto di borse - racconta - I venditori ci hanno iniziato a urlare contro, gridando insulti in inglese e italiano. Ho chiamato le forze dell'ordine. Ho contato con loro novanta abusivi a San Marco martedì sera". Per questo il professore ha annunciato l'intenzione di "denunciare anche presso le istituzioni europee il ministro dell'Interno e il presidente del Consiglio inermi e assenti nella tutela dei loro cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento