Cronaca

Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

La nostra Regione, dopo la cabina di regia riunitasi oggi alle 14.30, è stata confermata nella zona intermedia di rischio

Oggi, venerdì 22 gennaio, alle 14.30 si è riunita la cabina di regia per il consueto monitoraggio sulla situazione covid in Italia. Come al solito si sono seduti attorno al tavolo il ministro della Salute Roberto Speranza, l'istituto superiore di sanità (Iss) e il comitato tecnico scientifico (Cts) per effettuare le valutazioni epidemiologiche necessarie per confermare o ridistribuire le varie Regioni nello scacchiere della fasce colorate di rischio. Dal confronto è emerso il colore del Veneto che resterà in fascia arancione.

Veneto in area arancione nonostante l'Rt a 0,81

L'Rt del Veneto è il secondo più basso d'Italia, così come riportato dal report di oggi, a 0,81. L'ospedalizzazione e il trend dei contagi sono in graduale ma costante diminuzione, ma i netti progressi rispetto alla scorsa settimana e alle precedenti non sono bastati per ottenere il trasferimento di fascia. Si tratta di una decisione a chiaro sfondo politico, presa con lo scopo di evitare di far risalire nuovamente la curva.

Intanto, come riporta il nuovo report dell'Iss, dopo cinque settimane l'indice del contagio torna a scendere in Italia, assestandosi a 0,97, con range tra 0,85 e 1,11. «L'epidemia resta in una fase delicata - si legge nella bozza del monitoraggio - ed un nuovo rapido aumento nel numero di casi nelle prossime settimane è possibile, qualora non venissero mantenute rigorosamente misure di mitigazione sia a livello nazionale che regionale. Tale tendenza a livello nazionale sottende infatti forti variazioni interregionali con alcune regioni dove il numero assoluto dei ricoverati in area critica ed il relativo impatto, uniti all'elevata incidenza impongono comunque incisive misure restrittive».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

VeneziaToday è in caricamento