Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Riaperture: cosa cambia da lunedì per il Veneto in zona gialla

Sì ai ristoranti aperti, anche a cena, ma solo con servizio all'aperto. Le scuole superiori tornano in presenza almeno al 70%

Il Governo ha riscritto la roadmap delle riaperture. Secondo quanto riportato da Today, non ci sarebbe alcun cambiamento al testo del decreto legge rispetto alla bozza circolata già ieri. Se come probabile il Veneto sarà in zona gialla a partire dal 26 aprile (ma bisognerà aspettare la cabina di regia di venerdì tra Cts, Iss e ministro delle Salute), queste saranno le principali misure:

  • coprifuoco rimarrà invariato, dalle 22 alle 5 del mattino fino al 1 giugno
  • riaprono i ristoranti, a pranzo e cena, ma sarà possibile sedersi ai tavoli nei ristoranti al chiuso solo dal primo giugno. Da lunedì 26 aprile apriranno solo con i posti all'aperto
  • sul fronte sport, da lunedì 26 aprile sì al calcetto, il 15 maggio riaprono le piscine all'aperto, solo il primo giugno le palestre
  • dal 26 aprile riaprono al pubblico in zona gialla cinema, teatri, sale concerto, live club. I posti a sedere saranno preassegnati e a una distanza di un metro l'uno dall'altro. La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1.000 all'aperto. Dal primo giugno riaprono gli stadi e palasport.
  • le scuole superiori saranno in presenza almeno al 70%

Sul nodo dell'orario del coprifuoco, il comitato tecnico scientifico ha precisato che il limite alle 22 non arriverebbe da un'indicazione del Cts, «mai consultato su questo specifico aspetto, che è sempre stata una decisione politica». Il prolungamento di un'ora sarebbe stato necesario in vista della riapertura, anche a cena, dei ristoranti all'aperto. Ma al momento nell'esecutivo sembra prevalere la linea della prudenza.

Spostamenti tra regioni, cosa cambia

Decade il decreto legge che impediva lo spostamento libero oltre i confini regionali senza validi motivi, e sarà possibile spostarsi verso altre regioni collocate in zona bianca o gialla, mentre per entrare o uscire da territori collocati in zona arancione o rossa bisognerà essere muniti delle certificazioni verdi (Qui i dettagli).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaperture: cosa cambia da lunedì per il Veneto in zona gialla

VeneziaToday è in caricamento