Cronaca

Venezia non è tra i siti Unesco in pericolo

La decisione del comitato del patrimonio mondiale, dopo il decreto che ha sancito il blocco del passaggio delle grandi navi davanti San Marco

La notizia che ci si aspettava, dopo il decreto legge che ha sanciato il blocco del passaggio delle grandi navi in bacino di San Marco e sul canale della Giudecca. Il comitato del patrimonio mondiale Unesco, nel corso della 44ª sessione a Funzhou (Cina) ha deciso di non iscrivere la città di Venezia e la sua laguna nella lista dei patrimoni dell'umanità in pericolo.

«Scongiurata l'iscrizione di Venezia nella lista del patrimonio dell'umanità in pericolo. Grazie alle decisioni del governo sul blocco del passaggio delle grandi navi si è raggiunto un primo, importante risultato. Adesso, l'attenzione mondiale su Venezia deve rimanere alta ed è dovere di tutti lavorare per la protezione della laguna e individuare un percorso di sviluppo sostenibile per questa realtà unica, in cui la cultura e l'industria creativa sono chiamate a giocare un ruolo da protagoniste».

«Grande soddisfazione per la decisione Unesco di non iscrivere Venezia e la sua laguna nella 'lista nera' dei patrimoni dell'umanità in pericolo. - ha scritto su Twitter il ministro per la Pubblica amministrazione Renato Brunetta - Un risultato frutto dell'impegno straordinario del governo Draghi, in sinergia con Regione Veneto, Comune e Città metropolitana».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia non è tra i siti Unesco in pericolo

VeneziaToday è in caricamento